menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lucia De Robertis

Lucia De Robertis

"Prodotto di montagna", la scommessa della Regione Toscana

“In questi giorni – spiega la presidente della Commissione Territorio e Ambiente del Consiglio regionale, Lucia De Robertis – la Regione ha approvato la nuova modulistica per l’utilizzo della denominazione"

La Regione spinge per la promozione delle produzioni agraolimentari di qualità, rilanciando la denominazione facoltativa e aggiuntiva di “prodotto di montagna”. “In questi giorni – spiega la presidente della Commissione Territorio e Ambiente del Consiglio regionale, Lucia De Robertis – la Regione ha approvato la nuova modulistica per l’utilizzo della denominazione di ‘prodotto di montagna’, riservata alle produzioni di qualità di quei territori individuati come montani e parzialmente montani e rispondenti ai criteri e ai vincoli del regolamento comunitario 1305 del 2013”.

“La denominazione ‘prodotto di montagna’ – aggiunge De Robertis - è una indicazione facoltativa che secondo il Parlamento Europeo e la Commissione, che ne hanno istituito l’uso, genera valore aggiunto ai prodotti immessi sul mercato, fornendo ai produttori di montagna uno strumento efficace per migliorare la commercializzazione dei loro prodotti e ridurre i rischi effettivi di confusione dei consumatori sulla provenienza montana dei prodotti sul mercato”.

La disciplina della denominazione è data dal regolamento UE 1151 del 2012, dal regolamento delegato 665 del 2014, e dal Decreto Ministeriale 57157 del 2017. L’elenco dei territori della Toscana dove è possibile utilizzare la denominazione è disponibile nel servizio web gis della Regione “Geoscopio”.

“Con il lockdown – continua De Robertis – abbiamo riscoperto nella quotidianità la prossimità delle forniture alimentari e la qualità delle produzioni locali, tanto che la stessa Regione ha incentivato accordi perché la rete di distribuzione valorizzasse proprio le produzioni del territorio”. “Ora – conclude la presidente della quarta commissione a Palazzo del Pegaso - il rilancio che la Regione fa dei ‘prodotti di montagna’, che saranno pubblicizzati sul suo stesso sito web, è un ulteriore tassello di una strategia che vuole garantire, anche attraverso il sostegno commerciale alle produzioni agroalimentari del territorio, la permanenza del presidio umano e della socialità nelle aree della Toscana più periferiche, come quelle montane”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento