menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
banca-etruria9

banca-etruria9

Banca Etruria, sindacati nel pieno della trattativa su esuberi e solidarietà

Dichiarazioni di Attilio Granelli (Segretario Nazionale FABI) e di Fabio Faltoni, dipendente e sindacalista in Nuova Banca Etruria e segretario provinciale della FABI - Federazione Autonoma Bancari Italiani, il sindacato dei bancari più...

Dichiarazioni di Attilio Granelli (Segretario Nazionale FABI) e di Fabio Faltoni, dipendente e sindacalista in Nuova Banca Etruria e segretario

provinciale della FABI - Federazione Autonoma Bancari Italiani, il sindacato dei bancari più rappresentativo - per numero di iscritti - a livello nazionale.

Dopo l'esordio proprio ad Arezzo con BancaEtruria lo scorso nove marzo, è continuato il ciclo di incontri per gli esuberi anche in Banca Marche e

CariChieti.

Il prossimo incontro in Via Calamandrei è previsto alla fine della prossima settimana, e alla preparazione di questo stanno lavorando i sindacalisti di Nuova Banca Etruria. Nella trattativa, non si parla solo di venti esuberi di personale, ma anche delle Giornate di Solidarietà - una specie di cassa integrazione del settore - del contratto integrativo, dei precari e di altro.

E' una procedura "esuberi" anomala, che vede svolgersi in contemporanea tre diverse e distinte trattative nelle tre Good-bank e con due osservatori di

UBI ad affiancare le strutture delle banche; ai sindacalisti aziendali si aggiungono poi, come previsto dalla norme, un rappresentante nazionale per ciascuna sigla rappresentata.

Per la FABI, il primo sindacato a livello nazionale nel settore bancario e anche in UBI Banca, il Segretario Generale Sileoni ha incaricato il

Segretario Nazionale Attilio Granelli, tra l'altro entrambi dipendenti della banca di Bergamo. Granelli è un sindacalista molto esperto, che in questi ultimi anni ha seguito in tutta Italia altre banche in situazioni di crisi e che segue le quattro banche-ponte sin dalla loro nascita, nel novembre 2015; sostiene, che "Per la FABI non si può e non si deve derogare alla volontarietà per l'accesso ai prepensionamenti, e che respingerà qualsiasi eventuale forzatura", raccomanda inoltre, e come già fatto al presidente Nicastro "Il mantenimento del centro direzionale di Arezzo e la valorizzazione delle grandi professionalità presenti nelle banche oggetto di vendita, valorizzazione attraverso la quale passa il rilancio delle banche stesse". Infine, "Che si continui nel mantenere tutte le tutele - stabilite a suo tempo - per i lavoratori oggetto delle famose inchieste giudiziarie".

Fabio Faltoni, segretario provinciale della FABI, aggiunge che anche gli osservatori di UBI devono necessariamente tener conto dei grandi sacrifici,

anche in busta paga, già sopportati dai dipendenti, e tutti per responsabilità non loro. Sugli esuberi di personale, ricorda come siano già 390 i colleghi che sono andati o stanno andando in prepensionamento, tra il 2012 e il 2019, cioè quasi un quarto di quella che era all'epoca la forza lavoro. Infine, tutelare i livelli occupazionali.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Coronavirus, altri 76 contagi nell'Aretino e 29 persone guarite

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La ricetta dei waffles

  • Psicodialogando

    I 4 motivi che spingono una donna verso l'uomo di potere

  • Calcio

    Arezzo-Matelica. Le pagelle di Giorgio Ciofini

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento