Evade la quarantena, forza l'alt e cerca di investire un carabiniere: era appena rientrato dall'estero

E' quanto ha stabilito il Gip. Il 29enne aveva violato la quarantena, provando a forzare l'alt dei militari

Obbligo di firma per il 29enne di nazionalità albanese, con precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti, che - uscito di casa pur dovendo rispettare l'obbligo della quarantena - non si era fermato all'alt dei carabinieri. E' quanto stabilito questa mattina dal Gip del tribunale di Arezzo.

Evaso dalla quarantena fugge all'alt dei carabinieri. 29enne nei guai

L'inseguimento nel Cortonese

I fatti si sono svolti durante un servizio preventivo serale. I carabinieri stavano effettuando un posto di controllo in località Farneta (Cortona), quando hanno avvertito la brusca frenata di un'auto che stava arrivando alle loro spalle. I militari hanno intimato l'alt al guidatore che ha invece accelerato cercando di investire il militare, che fortunatamente si era sistemato in una posizione di sicurezza, riuscendo pertanto a spostarsi appena in tempo, facendo un balzo per evitare gravi danni alla propria incolumità. La macchina ha iniziato così una sfrenata corsa, ma immediatamente i militari si sono messi all’inseguimento del soggetto che aveva preso la direzione di Foiano. Dopo diversi chilometri a velocità elevata, i militari sono riusciti ad affiancare l’auto riuscendo a tagliarle la strada così da costringere l’autista a fermarsi. Durante il percorso non sono mancati momenti di tensione e pericolo,i sirene e lampeggianti hanno avvertito gli altri utenti della minaccia evitando il peggio quando il fuggitivo si è messo a percorrere strade strette e curve a tutta velocità. Immediatamente immobilizzato, il ragazzo non ha avuto neanche il tempo di provare a scappare a piedi.

Era appena rientrato dall'Albania

Il guidatore è stato identificato come un 29enne di origini albanesi e residente ad Arezzo. In passato il ragazzo era stato arrestato ed aveva un provvedimento di affidamento in prova ai servizi sociali che è terminato a febbraio 2020. Rientrato in Italia il 5 luglio dall’Albania tramite l’aeroporto di Sant’Egidio di Perugia, sarebbe dovuto essere in quarantena preventiva per 15 giorni. Non rispettando la disposizione anti Covid-19 alla vista dei militari, per timore, è fuggito. A seguito della perquisizione è stato trovato senza telefonino, con solo la patente e 540 euro in tasca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

  • Calciomercato Arezzo 2020/2021 | Conferme, acquisti, cessioni e obiettivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento