Tragedia in auto, Laterina in lutto per la scomparsa di Francesco. Il soccorritore: "Perdonami se non ho potuto fare un miracolo"

Un intero paese sconvolto, incredulo di fronte ad una tragedia così grande. Non ci sono parole per esprimere il dolore per la morte del piccolo Francesco Mosconi, il bimbo di 4 anni che ha perso la vita ieri in un incidente stradale lungo la...

IMG-20171219-WA0008

Un intero paese sconvolto, incredulo di fronte ad una tragedia così grande. Non ci sono parole per esprimere il dolore per la morte del piccolo Francesco Mosconi, il bimbo di 4 anni che ha perso la vita ieri in un incidente stradale lungo la strada provinciale 2 che collega Laterina e Castiglion Fibocchi. Il piccolo era in auto con la madre e stavano viaggiando verso Laterina quando, ieri sera alle 18, un capriolo ha tagliato la strada. La donna ha tentato di evitarlo ed è finita nella carreggiata opposta schiantandosi su un camion che trasportava bitume. Entrambi i mezzi sono poi precipitati nella scarpata ai bordi della carreggiata. Il piccolo Francesco è stato soccorso con Pegaso, per una lunga ora i medici dell'ospedale pediatrico di Firenze hanno tentato di strapparlo alla morte. Ma ogni tentativi è stato vano.

Un lutto per l'intera comunità, che è stato espresso spegnendo tutte le luminarie che avrebbero dovuto illuminare questi giorni pre natalizi. A deciderlo è stata la sindaco Catia Donnini: "L'amministrazione comunale - si legge in una nota - , interpretando il sentimento dell'intera comunità, profondamente colpita dal tragico incidente stradale avvenuto ieri sera, comunica che rimarranno spente le luminarie natalizie in tutto il centro storico di Laterina, in segno di lutto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto le parole del medico del 118 che ha soccorso il bambino, scritte in un post su Facebook, hanno commosso l'intera comunità:

Un squillo, una chiamata che nessun operatore del 118 vorrebbe ricevere: un grave incidente, il più piccolo e più grave..si parte con la speranza che non sia vero, con la preghiera che si sono sbagliati..poi ti rendi conto che tutto è vero...Per i genitori, sopravvivere ai propri figli è qualcosa di particolarmente straziante, che contraddice la natura elementare dei rapporti che danno senso alla famiglia stessa. La perdita di un figlio è come se fermasse il tempo: si apre una voragine che inghiotte il passato e anche il futuro. La morte, che si porta via il figlio piccolo è uno schiaffo alle promesse, ai doni e sacrifici d`amore gioiosamente consegnati alla vita che abbiamo fatto nascere...perdonami cucciolo se non ho potuto fare un miracolo...riposa in pace piccolo angelo....

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • LIVE | Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Elezioni Arezzo, affluenza ore 23: alle comunali è del 47,26%. Regionali e referendum: i dati comune per comune

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento