Cronaca

Rapinò un rappresentante orafo, condannato a 3 anni e sei mesi di reclusione

Era uno dei complici della banda che nel 2010 rapinò un rappresentante orafo a Ponte alla Chiassa. Insieme ad altri 4 banditi, armi in pugno, si portò via un bottino da 13 chilogrammi d'oro. Questa mattina i militari della Stazione di Subbiano...

carabinieri-7

Era uno dei complici della banda che nel 2010 rapinò un rappresentante orafo a Ponte alla Chiassa. Insieme ad altri 4 banditi, armi in pugno, si portò via un bottino da 13 chilogrammi d'oro.

Questa mattina i militari della Stazione di Subbiano lo hanno arrestato: si tratta di un cittadino italiano 39enne, originario della provincia di Napoli.

L'uomo dovrà scontare una pena di 3 anni e 6 mesi di reclusione per la rapina ai danni del rappresentante, al quale oltre ai preziosi furono sottratti auto e cellulare.

Le indagini furono condotte dal Nucleo Investigativo di Arezzo che identificò il commando composto da cinque persone, due campani e tre pugliesi, che armi in pugno bloccarono il rappresentante.

All'epoca furono eseguite quattro misure cautelari in carcere nei confronti dei responsabili della rapina.

Ieri l'esecuzione della condanna definitiva per uno dei quattro che fatto Appello. L'arrestato è stato associato alla locale casa circondariale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinò un rappresentante orafo, condannato a 3 anni e sei mesi di reclusione

ArezzoNotizie è in caricamento