Notte di violenza a San Domenico: in quattro sfondano il portone del dormitorio. Caritas: "Servizio già ripristinato"

L'episodio è avvenuto a mezzanotte. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato e della Polizia Locale.

Hanno trovato il portone del dormitorio chiuso: era mezzanotte, troppo tardi per accedere al servizio. E così, con una pioggia di calci e pugni lo hanno sfondato. Il violento episodio si p consumato nella notte appena trascorsa in piazza San Domenico, dove si trova il dormitorio allestito nei locali comunali e gestito dalla Caritas.  La vicenda è stata ricostruita dall'assessore Lucia Tanti che questa mattina ha spiegato la situazione con un post su Facebook:

"La notte scorsa 4 persone hanno sfondato la porta del dormitorio. I danni sono molto ingenti. I volontari sono stati bravissimi. Come sempre. Nelle prossime ore, insieme a Caritas, decideremo come fare fronte."

Il fatto

Era mezzanotte circa quando le 4 persone, tutte munite del pass per frequentarae il dormitorio e quindi ospiti abituali, si sono accaniti sul portone: uno in particolare avrebbe fatto esplodere la violenza. Voleva entrare, ma era troppo tardi. La chiusura scatta infatti alle 22,30 e i quattro lo sapevano.

Due volontari che erano all'interno sono riusciti a gestire la situazione e hanno avvisato le forze dell'ordine. Sul posto sono accorsi gli agenti della Polizia Locale e della Polizia di Stato. 

"I quattro - spiega Lucia Tanti -  sono stati allontanati definitivamente dal servizio. I volontari della Caritas sono stati encomiabili e la risposta della forze dell'ordine immediata. Stiamo lavorando per ripristinare subito il servizio. E' stato un evento che non ci ha fermati e al quale abbiamo dato una risposta ferma. Il sistema ha funzionato".

Provvedimenti

Stasera il dormitorio riaprirà come sempre. Già questa mattina gli operatori della Caritas sono riusciti a far sistemare il portone, i volontari di turno sono stati informati e ci sarà un presidio costante della Polizia Locale affinché non si ripetano momenti di tensione. I quattro non sono stati ancora denunciati, ma verso episodi di violenza di questo genere non ci sono giustificazioni: "Per questo - spiega Alessandro Buti della Caritas - sarà ritirato loro il pass. Per tutti gli altri ospiti invece le porte continueranno ad essere aperte. Chi si è sempre comportato bene, nel rispetto del regolamento, della struttura e degli altri, avrà un luogo caldo dove trascorrere la notte".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Domani ci sarà un incontro tra Comune e Caritas per valutare la situazione e mettere a punto, in caso di necessità, qualche ulteriore intervento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Coronavirus, 1823 casi in Toscana. 15 i decessi in 24 ore

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Dilettanti, ecco i campionati costretti allo stop

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento