"Nigerian Connection", attesa per le prime sentenze: in 13 a giudizio dopo il maxi blitz in città

Buona parte degli indagati - circa due terzi - durante la prima udienza ha chiesto di poter essere giudicato con rito abbreviato. Pertanto oggi, il giudice Fabio Lombardo potrebbe decidere le sorti di molti di loro. La prossima udienza è invece fissata per il 29 marzo.

Oltre quattromila episodi di micro spaccio di cocaina ed eroina e affari da almeno 200mila euro. Un'organizzazione stroncata dai carabinieri del Nucleo Investigativo che lo scorso 7 ottobre, dopo un anno di serrate indagini, portò a termine un blitz da via Romana a Indicatore, da San Lorentino a le Ville di Monterchi. Otto persone in manette. E' stato questo il bilancio dell'operazione "Nigerian Connection", della quale questa mattina si tornerà a parlare nell'udienza preliminale che sarà celebrata presso il tribunale di Arezzo. 

Lo scorso 20 novembre la Procura di Arezzo inviò l'avviso di chiusura delle indagini a 13 persone. Tutti accusati di spaccio: tra loro anche un italiano, consumatore, che avrebbe avvisato i nigeriani dei movimenti dei Carabinieri. 

Buona parte degli indagati - circa due terzi - durante la prima udienza ha chiesto di poter essere giudicato con rito abbreviato. Pertanto oggi, il giudice Fabio Lombardo potrebbe decidere le sorti molti di loro. La prossima udienza è invece fissata per il 29 marzo 

Le indagini

Durante le indagini i militari del Nucleo investigativo dei Carabinieri, grazie ad un intenso lavoro, erano riusciti a documentare oltre 4mila episodi di micro-spaccio. Cessioni, vendite che singolarmente avrebbero avuto un peso esiguo, ma, tutte insieme possono avere un peso diverso in sede giudiziaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I nigeriani spacciavano eroina e soprattutto cocaina e stavano cercando di allargare la propria rete anche in Valdarno e in Valdichiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Coronavirus, il bollettino della Asl: 64 nuovi positivi nell'Aretino. Ci sono bimbi, studenti e insegnanti

  • "In terapia intensiva anche 50enni senza patologie pregresse", così la nuova ondata del Coronavirus

  • Lo sfogo del direttore di Rianimazione: "Abbracci senza mascherina, la gente non ha capito. Mi sono stancato"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento