Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Morti bianche: 2 le vittime aretine. Crescono gli infortuni e le malattie professionali, i dati di Anmil

L'Associazione Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro fotografa la situazione relativa alla provincia di Arezzo e alla Toscana nei primi otto mesi dell'anno

Tra le 538 morti bianche della Toscana ci sono anche due aretini. A darne conto è l'Anmil, Associazione fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro che, all'indomani della tragedia avvenuta in provincia di Modena che ha portato alla morte della 40enne Laila El Harim, rimasta incastrata in una fustellatrice mentre effettuava un controllo al macchinario ancora in funzione, torna ad invocare maggiore consapevolezza ed impegno da parte delle amministrazioni e degli organi di governo.

“Dietro i numeri di questo fenomeno - dichiara il presidente territoriale Mirko Marinelli - ci sono persone, famiglie, storie di ordinario dolore a cui per troppi anni non si è dato un ascolto mentre siamo pienamente convinti che il potente ruolo sociale dei media sull’informazione di tutti possa determinare un cambiamento”.

“Con il Ministro del Lavoro Andrea Orlando, che ha già dimostrato una forte sensibilità su questo tema, rafforzeremo ulteriormente l’impegno sul fronte della prevenzione e della tutela - aggiunge il presidente nazionale Anmil Zoello Forni - Ma chiediamo che il nostro ruolo non sia relegato ai margini di una battaglia così importante e verso la quale in quasi 80 anni di vita abbiamo dimostrato di saper dare un forte contributo. La sicurezza sul lavoro deve davvero rappresentare la vera rinascita di questo Paese e noi vogliamo esserne protagonisti, ma non come vittime”.

Infortuni, morti e malattie: dati aretini e toscani

Come detto sono due gli aretini che nel 2021 hanno perso la vita nel posto di lavoro. Una cifra alla quale si aggiungono i 1.956 infortuni denunciati in appena otto mesi del nuovo anno e che segnano un incremento del 16,5% rispetto all'anno precedente. In crescita anche le stime relative alle malattie professionali che passano da 237 a 309.

Infortuni mortali denunciati

Territorio

2020

2021

ITALIA

570

538

Toscana

30

25

Arezzo

1

2

Firenze

12

4

Grosseto

3

1

Livorno

3

3

Lucca

2

4

Massa-Carrara

12

2

Pisa

1

2

Pistoia

1

4

Prato

4

1

Siena

1

2

Variazione totale Italia 2021/2020 = -5,6%

INFORTUNI TOTALI DENUNCIATI

TERRITORIO

2020

2021

Variazione 2021/2020

ITALIA

244.896

266.804

8,9%

Toscana

18.164

20.753

14,3%

Arezzo

1.679

1.956

16,5%

Firenze

5.519

5.817

5,4%

Grosseto

862

1.099

27,5%

Livorno

1.486

1.922

29,3%

Lucca

1.932

2.455

27,1%

M. Carrara

1.039

1.090

4,9%

Pisa

1.867

2.436

30,5%

Pistoia

1.308

1.190

-9,0%

Prato

1.184

1.112

-6,1%

Siena

1.288

1.676

30,1%

MALATTIE PROFESSIONALI DENUNCIATE

 TERRITORIO

2020

2021

Variazione 2021/2020

ITALIA

20.337

28.855

41,9%

Toscana

3.122

4.449

42,5%

Arezzo

237

309

30,4%

Firenze

179

320

78,8%

Grosseto

214

257

20,1%

Livorno

454

754

66,1%

Lucca

861

1.088

26,4%

Massa-Carrara

359

442

23,1%

Pisa

578

907

56,9%

Pistoia

94

159

69,1%

Prato

45

99

120,0%

Siena

101

114

12,9%

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti bianche: 2 le vittime aretine. Crescono gli infortuni e le malattie professionali, i dati di Anmil

ArezzoNotizie è in caricamento