Moria di pesci nel Borro dei Frati, l'Arpat: "Campionate le acque". Attesa per i risultati

Sabato la segnalazione: una moria di pesci in Valdarno. Oggi i primi risultati derivanti dalle analisi e dalle verifiche svolte dal Dipartimento ARPAT di Arezzo che era stato allertato. L'episodio è avvenuto nel Borro dei Frati, nei pressi di...

moria pesci

Sabato la segnalazione: una moria di pesci in Valdarno. Oggi i primi risultati derivanti dalle analisi e dalle verifiche svolte dal Dipartimento ARPAT di Arezzo che era stato allertato.

L'episodio è avvenuto nel Borro dei Frati, nei pressi di un'azienda che produce resine di poliestere e plastificanti.

I tecnici sono intervenuti e hanno compiuto verifiche e prelievi per l'intero pomeriggio, dalle ore 14 fino alle ore 20.

In particolare "sono stati prelevati diversi campioni delle acque, a monte e a valle del tratto dove galleggiavano una quarantina di esemplari di specie e taglia diverse, e all'interno dello stabilimento, nei pozzetti delle acque di scarico.

Alcuni esemplari di pesci sono stati consegnati al Servizio Veterinario della locale ASL per le analisi del caso; per gli altri si è provveduto a informare il sindaco sulla necessità di prelevare e smaltire le carcasse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

É stato contattato anche il gestore del Servizio Idrico Integrato per le opportune verifiche.

Per quanto riguarda ARPAT le analisi delle acque prelevate nel Borro sono attualmente in corso". Da rilevare che questi tipi di intervento, come da Delibera Regione Toscana n. 6481/2009 che disciplina le azioni da mettere in atto in caso di moria di fauna ittica, prevedevano il coordinamento della Polizia Provinciale. Con il riordino delle Provincie, tale compito sembra non rientri più nelle competenze del Corpo e pertanto ARPAT ne ha fatto le veci, riservandosi di segnalare alla Regione la necessità di una pronta revisione della normativa in modo da ridefinire l'intero protocollo d'intervento e continuare così a garantire l'efficacia degli interventi di questo tipo, destinati purtroppo a intensificarsi, anche se per altre cause, nel periodo estivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento