rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Trenta scatoloni di mascherine per gli studenti mai consegnate e buttate via

Il ritrovamento degli agenti della municipale di Campi Bisenzio: la ditta incaricata delle consegne, con sede a Roma e filiale ad Arezzo, ha fornito la documentazione che ha permesso di risalire ai tracciati delle spedizioni

Migliaia di mascherine abbandonate. E' successo in prossimità della stazione di San Donnino, in provincia di Firenze, gli agenti del nucleo polizia ambientale della Polizia Municipale di Campi Bisenzio hanno rinvenuto trenta scatoloni contenenti migliaia di mascherine chirurgiche destinate ai bambini e ragazzi delle scuole del territorio. Gli agenti hanno individuato gli scatoloni proprio durante un servizio di presidio per contrastare l’abbandono di rifiuti; dopo aver raccolto il materiale già sparso a terra, la Polizia Municipale ha subito avviato le indagini, proprio a partire dai dati presenti sui colli. I pacchi recavano le effigie della "Presidenza del Consiglio dei Ministri" ed erano destinati alle scuole primarie e secondarie del territorio campigiano, sestese e fiorentino. "La ditta incaricata delle consegne - spiega la municipale di Campi Bisenzio - con sede a Roma e filiale ad Arezzo, ha fornito la documentazione che ha permesso di risalire ai tracciati delle spedizioni e delle consegne. Il responsabile dell’abbandono doloso è risultato essere un cittadino rumeno di 25 anni, che è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Firenze per i reati di abbandono di rifiuti e danneggiamento con l'aggravante in quanto merce destinata a pubblica utilità (alle scuole del territorio), rendendola di conseguenza del tutto inservibile ed inutilizzabile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trenta scatoloni di mascherine per gli studenti mai consegnate e buttate via

ArezzoNotizie è in caricamento