Cronaca

Mamma dice no al vaccino, figlio 17enne la porta in tribunale vince la causa

Il padre era favorevole, la madre contraria: così un adolescente aretino si è rivolto al giudice, che ha dato l'autorizzazione

Si era rivolto alla giustizia per poter ricevere il vaccino. Perché a 17 anni non poteva decidere da solo, ma serviva il consenso di entrambi i genitori. Uno di loro però era contrario e lui si è rivolto al tribunale. L'epilogo della vicenda, come riporta La Nazione, è arrivato con la decisione del giudice che ha stabilito che il ragazzino della provincia di Arezzo potrà vaccinarsi. 

Padre favorevole al vaccino e madre contraria

La situazione raccontata dal giovane era complicata. Il padre era favorevole alla vaccinazione anti-Covid, la madre contraria. La soluzione extragiudiziale, tentata dall'avvocato, spiega Today, non si era concretizzata e così il caso è finito in Tribunale. La giudice tutelare Cristina Colombo ha prima sentito le parti e poi ha emesso una sentenza con la quale si autorizza la vaccinazione per il ragazzo. Vaccinazione che il giovane ha già effettuato, come confermato dal suo legale, Gianni Baldini.

Non si tratta del primo caso in cui dei figli minorenni portano i genitori no-vax davanti al giudice, ma non sono mancati anche casi di liti in famiglia, in cui è dovuta intervenire sempre la giustizia, che spesso e volentieri ha dato ragione alle parti pro-vax.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mamma dice no al vaccino, figlio 17enne la porta in tribunale vince la causa

ArezzoNotizie è in caricamento