rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca

Lutto al quartiere di Porta Crucifera per la morte di Andrea Nocentini

Fratello del vice rettore, Andrea è stato un quartierista molto presente. Da giovane anche un tamburino degli Sbandieratori

È un lutto che colpisce duramente Arezzo e in particolare il mondo della Giostra del Saracino quello in seguito alla morte di Andrea Nocentini. Il 59enne ritrovato esanime nelle acque del porto di Punta Ala, oltre che noto imprenditore, era il fratello di Francesco, vice rettore del quartiere di Porta Crucifera.

Il suo corpo è stato trovato ieri mattina, tra le onde dell'amato mare di Punta Ala. Erano le 11,30 circa quando Andrea Nocentini è stato visto da un passante. Subito è scattata la chiamata di allarme e sono scattati i soccorsi. Ma quando i sanitari del 118 e la Guardia costiera sono arrivati sul posto, non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. L'imprenditore aretino, titolare della AnRappresentanze, azienda che si occupa di componenti in acciaio e plastica con sede a Pieve al Toppo, è morto la scorsa notte. 

Il messaggio di Porta Crucifera

Un lungo messaggio è apparso alcune ore dopo aver appresa la notizia nel sito ufficiale dei rossoverdi. Una foto con il panorama del mare al tramonto, quello che tanto amava Andrea, e poi il cordoglio.

"Cari amici del quartiere, è con grande tristezza che vi comunichiamo la prematura e inaspettata scomparsa del nostro caro amico Andrea Nocentini, fratello del Vice Rettore Francesco. È con il cuore pesante e gli occhi pieni di lacrime che vi informiamo del suo tragico passaggio, avvenuto in circostanze dolorose e che hanno lasciato un vuoto incolmabile nei nostri cuori. Andrea non era solo un amico di tutti noi ma anche un quartierista disponibile e un modello di generosità. È cresciuto a pochi passi dalla sede del nostro quartiere, ed è stato sempre parte integrante della nostra comunità. La sua gentilezza, la sua generosità e la sua dedizione verso il quartiere e coloro che lo circondavano lo hanno reso un punto di riferimento per tutti noi. Il suo sorriso luminoso e la sua presenza sempre positiva saranno profondamente mancati.

In questo momento di dolore e di lutto, ci uniamo per celebrare la vita di Andrea e per ricordare tutti i momenti felici che abbiamo condiviso con lui. Il suo sorriso contagioso e la sua gentilezza rimarranno per sempre impressi nei nostri cuori. Andrea ha lasciato un'impronta indelebile sul nostro quartiere e nelle nostre vite, e continueremo a onorare il suo ricordo vivendo secondo i valori di gentilezza e solidarietà che ci ha insegnato. La foto del tramonto su Punta Ala, luogo che rievoca la sua grande passione per il mare e per la vela, ci offre un tenero ricordo di Andrea.

Il consiglio direttivo e l'intera comunità si stringono attorno alla famiglia di Andrea e ai suoi cari, offrendo il più sincero sostegno e conforto. Già sentiamo profondamente la sua mancanza e lo terremo sempre nei nostri cuori."

Il passato negli Sbandieratori di Arezzo

Da giovane Andrea Nocentini aveva fatto parte del gruppo degli Sbandieratori di Arezzo che lo hanno ricordato con una bella foto e un ricordo.

"Apprendiamo con sgomento la tragica scomparsa di Andrea Nocentini. Lo ricordiamo con affetto fra i nostri tamburini (questa foto del 1984, scattata sul lungomare di Nizza, lo ritrae al centro davanti al "Nonno" Massimo Bianchini). Alla famiglia giungano le più sentite condoglianze da parte di tutta l'associazione Sbandieratori di Arezzo."

sbandieratori Arezzo Nonno e Nocentini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto al quartiere di Porta Crucifera per la morte di Andrea Nocentini

ArezzoNotizie è in caricamento