L'Inps gli chiede cinquemila euro per una colf mai assunta. Ma dietro c'era una truffa

Un finto contratto di lavoro per ottenere il permesso di soggiorno. Un cittadino di Pergine raggirato, due denunciati dai carabinieri

Secondo l'Inps, che gli aveva spedito una lettera del tutto inattesa, doveva versare cinquemila euro di contributi arretrati per aver avuto alle dipendenze una colf. In realtà l'uomo, residente nel comune di Laterina Pergine, una colf in casa non l'aveva mai assunta. Insospettito, ha sporto denuncia ai carabinieri, che dopo un'indagine lunga e paziente sono riusciti a svelare l'arcano, facendo luce su una truffa architettata con ingegno da un consulente del lavoro di San Giovanni Valdarno e da una donna albanese, la presunta colf. L'obiettivo dei due era quello di far guadagnare alla straniera un contratto di lavoro e quindi il permesso di soggiorno. Obiettivo raggiunto per diversi mesi, anche in virtù di precedenti rapporti professionali avuti in passato dal consulente con la vittima, che gli avevano dato modo di accedere ai suoi dati sensibili. Tutto è filato liscio fino a quando gli accertamenti dell'ente di previdenza non hanno dato il là alle indagini. I due adesso sono accusati di truffa ai danni dello Stato, frode informatica, sostituzione di persona, falso in atto pubblico, alterazione o contraffazione di documenti idonei al rilascio o rinnovo del permesso di soggiorno. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Doppio dramma della strada: Enrico e Stefano, due vite spezzate

  • Ciclista va in arresto cardiaco e cade rovinosamente. Rianimato: è grave

  • "Addio Enrico", quell'amore per moto e calcetto. Il dolore di Palazzo del Pero: attesa per i funerali

  • "Mio fratello era buono e solare. Lo porterò con me in un tatuaggio"

  • Coronavirus, sei nuovi casi nell'Aretino. Contagiati 19enni di ritorno da una vacanza all'estero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento