Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Bucine

Delitto di Levane: eseguita l'autopsia sul corpo della bimba

Il padre, Billal Miah 39 anni bengalese, si trova attualmente ricoverato all'interno dell'ospedale delle Oblate a Firenze in stato di shock

Tra sessanta giorni i risultati dell'autopsia eseguita sul corpo della piccola, uccisa dal padre all'interno di un'abitazione di Levane, saranno consegnati al pubblico ministero Laura Taddei, titolare dell'inchiesta. E' questo l'ultimo step, in ordine temporale, riguardante la drammatica vicenda che si è verificata lo scorso 21 aprile nella frazione del comune di Bucine. Al momento non emergono ulteriori dettagli su quanto appurato dalla medicina legale durante l'esame autoptico condotto sul corpo della bambina. Fin da subito agli inquirenti era apparso evidente che a causarne la morte fosse stato un colpo ricevuto alla gola. A quanto pare, tesi che attende una conferma più specifica, le ferite alle braccia e alla mano ritrovate sul corpo della bimba farebbero pensare ad un tentativo di difesa messo in atto durante l'aggressione.

Il padre invece, Billal Miah 39 anni bengalese, si trova attualmente ricoverato all'interno dell'ospedale delle Oblate a Firenze in stato di shock. A quanto pare, non solo non si renderebbe conto del gesto compiuto ma, stando a quanto sostenuto dai sanitari, sarebbe pericoloso per gli altri e per sè stesso. Non appena i medici lo riterranno opportuno sarà trasferito nel carcere fiorentino di Sollicciano. 

I capi d'accusa

Billal è accusato di omicidio volontario aggravato dal grado di parentela e dalla minorata difesa per la morte della figlia, e di tentato omicidio per l'aggressione al figlio. Reati pesantissimi, per i quali la conferma della misura cautelare sembra scontata. Reati che prevedono come pena l'ergastolo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto di Levane: eseguita l'autopsia sul corpo della bimba

ArezzoNotizie è in caricamento