Cronaca

Colpo al portavolori, Di Stazio chiede i domiciliari: il giudice dice no

Resterà in carcere, almeno per ora. Antonio Di Stazio, l'autore del colpo da 4 milioni di euro al furgone del portavalori Securpol ha chiesto gli arresti domiciliari, ma il tribunale di Arezzo ha detto no. L'uomo, difeso dagli avvocati Daniela...

Resterà in carcere, almeno per ora. Antonio Di Stazio, l'autore del colpo da 4 milioni di euro al furgone del portavalori Securpol ha chiesto gli arresti domiciliari, ma il tribunale di Arezzo ha detto no.

L'uomo, difeso dagli avvocati Daniela Paccoi e Marco Treggi, è stato giudicato lo scorso 28 marzo e condannato a 4 anni e mezzo di carcere. Sostenendo di avere problemi cardiaci ha chiesto la scarcerazione e una misura cautelare meno afflittiva. Ma secondo il tribunale di Arezzo i suoi problemi di salute sono compatibili con la vita carceraria.

Nel frattempo è stata impugnata la sentenza di primo grado. La corte d'appello di Firenze non ha ancora fissato una data.

Proseguono inoltre le indagini sulla vicenda, la procura di Arezzo non ha mai chiuse le indagini: il tesoro da quattro milioni e mezzo di euro si cerca ancora. Così come si cercano ancora i complici di Di Stazio. Secondo la procura infatti, l'uomo, quell'11 luglio 2016 non può aver agito da solo.

LA VICENDA

Era l'11 luglio, un lunedì mattina, quando Di Stazio assieme a un altro vigilante della Securpol, stava facendo un giro tra le aziende orafe del distretto aretino. Ad un certo punto il collega scese di fronte ad una ditta di Badia al Pino, quando tornò il furgone e Di Stazio erano spariti. Volatilizzato. Il furgone venne ritrovato poco più tardi, nei pressi della stazione di servizio dell'A1 di Badia al Pino Ovest. Del vigilantes sessantenne nessuna traccia. Per una settimana non si ebbero notizie di lui, poi riapparve a Lucca. Accompagnato dall'avvocato, busso alla porta della caserma dei carabinieri. Raccontò di aver fatto una vacanza, ma sull'oro non ha mai detto una parola.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo al portavolori, Di Stazio chiede i domiciliari: il giudice dice no

ArezzoNotizie è in caricamento