Coingas. Assistenza all'amministratore e la quotazione di Estra (che non si è fatta): tutte le consulenze dello studio Rason

Sei contratti nell'arco di un anno hanno legato sempre più Coingas alle consulenze dello studio legale fiorentino Olivetti Rason

Sei incarichi specifici, regolati da altrettanti contratti, stipulati tra Coingas e lo studio legale Olivetti Rason tra il 2017 e il 2018. Sono anche questi oggetti di indagine, dopo che il collegio dei revisori di Coingas li ha giudicati sproporzionati nel suo parere e dopo che questa ipotesi è stata accolta dalla Procura definendoli, al pari di quelli allo studio commerciale di Cocci, costosi e finalizzati ad attività non utili per l'azienda a totale partecipazione pubblica.

E' anche da qui che scatta l'ipotesi di reato di peculato, a carico di Sergio Staderini, di uso improprio di risorse pubbliche, che la Procura stessa intende non essere di pubblica utilità, ma per interessi personali

Il primo contratto risale al 29 marzo del 2017. Il presidente Staderini chiese ai legali dello studio fiorentino lo studio e le trattative per i patti parasociali tra Coingas e i soci di Estra, della quale è socio. L'importo dell'incarico è stato fissato in 39.520 euro con scadenza al 31 dicembre dello stesso anno.

Il 9 novembre del 2017 parte un secondo incarico con il quale Staderini chiede allo studio Rason consulenza per il processo di riorganizzazione e rilancio di Coingas. il compenso pattuito è di 46.644 euro con una scadenza dell'incarico fissata all'8 novembre del 2020. E' il pieno momento in cui Estra si prepara alla quotazione in Borsa (che però non è ancora andata in porto).

Lo stesso giorno del precedente, parte anche un terzo incarico per assistenza e consulenza all'amministratore unico (Sergio Staderini) per altri 46.644 euro con scadenza sempre fissata all'8 novembre del 2020.

Il quarto contratto parte il 25 maggio del 2018 ed è finalizzato alla stipula di una convenzione con la Società Pronto Strade, il compenso è di 46.644. con scadenza al 24 maggio 2019.

Poi il 19 giugno dello scorso anno Staderini sottoscrive con Olivetti Rason un altro accordo con il quale lo studio legale si dovrebbe occupare della due diligence sui contratti sottoscritti da coingas. Il compenso è sempre di 46.644 e la scadenza del contratto è fissata al 18 giugno del 2019.

Sempre a maggio del 2018, c'è il sesto contratto per il Progetto Europa. Il compenso per lo studio è sempre di 46.644 con scadenza al 23 maggio del 2019.

Questi incarichi, oltre che dalla Procura, sono stati vagliati dallo studio legale aretino a cui si è rivolto Coingas, nella persona dell'attuale amministratore unico Franco Scortecci per un parere di congriutà sulle consulenze da presentare all'assemblea dei soci. Parere arrivato il 12 giugno e che alla fine è stato favorevole "le prestazioni effettuate dai due studi professionali sono state esaminate in modo approfondito, anche in contraddittorio, con i professionisti incaricati. Sono state fatte poi diverse simulazioni di ricostruzione dei compensi per tali prestazioni in base alle triffe professionali. Da tale analisi è emersa la congruità dei compensi erogati da Coingas per le relative prestazioni effettuate."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo stesso parere esplicita le attività materiali effettuate, molte delle quali a sostegno di Coingas per prepararla alla quotazione di Estra in Borsa, poi con azioni di sostegno all'amministratore unico per ogni assemblea dei soci, stipula di assicurazioni, pagamento Ici, predisposizione di contratti per l'ufficio stampa, la sponsorizzazione all'Arezzo Calcio, analisi delle situaizoni debitorie di alcuni comuni dell'Aretino, per un totale di 37 azioni specifiche.

Tutte le consulenze di Marco Cocci per Coingas

Le intercettazioni della Digos nel decreto di perquisizione 

Due consulenze per 440mila euro: la Procura ipotizza i reati di peculato, abuso d'ufficio e favoreggiamento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Dilettanti, ecco i campionati costretti allo stop

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento