Cronaca

Caso Guerrina, concluso l'incidente probatorio di Dawit. In aula anche Mirco e padre Graziano

Un faccia a faccia tra padre Gratien, Mirco Alessandrini e Dawit Tadesse: si è svolto questa mattina presso il tribunale di Arezzo il secondo incidente probatorio disposto dalla Procura. Questa volta era presente anche il religioso, arrivato dalla...

padre-graziano

Un faccia a faccia tra padre Gratien, Mirco Alessandrini e Dawit Tadesse: si è svolto questa mattina presso il tribunale di Arezzo il secondo incidente probatorio disposto dalla Procura. Questa volta era presente anche il religioso, arrivato dalla casa circondariale poco dopo le 10 insieme al suo legale Francesco Zacheo e ripartito alle 14 circa. Una udienza più lunga del previsto, partita in ritardo per attendere la traduttrice che affiancherà Dawit Tadesse.

A parlare di fronte al gip Piergiorgio Ponticelli è stato soltanto il pizzaiolo etiope. Dawit arrivò come profugo a Badia Tedalda e poi vi è rimasto per rifarsi una vita. Era diventato amico di Mirco, Guerrina e di loro figlio Lorenzo. Oggi doveva chiarire la natura delle sue numerose telefonate con Guerrina e in particolare su quella, durata ben 28 minuti, avvenuta il giorno prima della scomparsa della donna.

Secondo l'accusa il giovane etiope non sarebbe coinvolto nella scomparsa, ma potrebbe svelare alcuni dettagli utili all'indagine. E, in particolare, spiegare cosa intendesse Guerrina quando gli confidò che avrebbe desiderato un figlio da un uomo di colore.

Ad assistere all'interrogatorio, come detto, anche Mirco e Padre Graziano. Il religioso non parlerà oggi: l'avvocato Zacheo, suo difensore, avrebbe già concordato con il pm Marco Dioni la data dell'interrogatorio: il 26 agosto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Guerrina, concluso l'incidente probatorio di Dawit. In aula anche Mirco e padre Graziano

ArezzoNotizie è in caricamento