Cronaca

Bimbo morto in piscina, autopsia per chiarire le cause del decesso

L'autopsia potrebbe svolgersi domani mattina, presso l'ospedale Meyer di Firenze. L'accertamento, disposto dalla pm Laura Taddei della Procura di Arezzo, dovrà far maggiore chiarezza sulle cause della morte del piccolo Ateem, il bimbo di 5 anni...

L'autopsia potrebbe svolgersi domani mattina, presso l'ospedale Meyer di Firenze. L'accertamento, disposto dalla pm Laura Taddei della Procura di Arezzo, dovrà far maggiore chiarezza sulle cause della morte del piccolo Ateem, il bimbo di 5 anni morto sabato scorso dopo un tuffo in piscina.

La tragedia è avvenuta in una piscina di un'abitazione che si trova alle porte di Arezzo, a San Zeno dove Ateem si era recato per trascorrere ore di gioco con il figlio dei vicini. Il bimbo, secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti, si sarebbe gettato in acqua per un bagno, ma subito avrebbe accusato un malore. Il primo a soccorrerlo è stato il suo amichetto, che ha capito la gravità della situazione ed è riuscito a portarlo fuori dalla vasca. I genitori hanno poi chiamato i soccorsi e hanno iniziato le manovre per cercare di rianimare il bambino. SUl posto sono accorsi anche la mamma e il babbo del piccolo: insieme ai genitori dell'amico lo hanno portato al pronto soccorso. Lungo il tragitto un'ambulanza gli è andata incontro, poi il volo verso il Meyer.

Purtroppo per Ateem non c'era più nulla da fare. E' morto in seguito ad un arresto cardiaco. Da cosa sia stato causato tale arresto dovrà chiarirlo l'autopsia.

Secondo le prime ipotesi formulate dagli inquirenti potrebbe essere annegato in seguito ad una congestione: gli agenti della squadra mobile di Arezzo, hanno fatto un sopralluogo nell'abitazione dove è avvenuto il dramma, e proprio a bordo piscina avrebbero ritrovato tracce di vomito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo morto in piscina, autopsia per chiarire le cause del decesso

ArezzoNotizie è in caricamento