Addio a Gastone Pagni. Gli amici: "I colpevoli vengano identificati e giudicati"

Si sono svolte questa mattina le esequie funebri di Gastone Pagni, il 50enne morto nella giornata di ieri in seguito all’aggravarsi delle proprie condizioni di salute. Pagni lo scorso 19 luglio era stato ritrovato all’interno della propria...

pagni_gastone1

Si sono svolte questa mattina le esequie funebri di Gastone Pagni, il 50enne morto nella giornata di ieri in seguito all’aggravarsi delle proprie condizioni di salute.

Pagni lo scorso 19 luglio era stato ritrovato all’interno della propria abitazione in via del Saracino in fin di vita. L’uomo, secondo quanto emerso subito dopo l’intervento dei vigili del fuoco e dei sanitari del 118 di Arezzo, aveva riportato numerosi traumi in seguito ad un’aggressione avvenuta, presumibilmente, all’interno dell’appartamento dove viveva.

Questa mattina, amici e familiari si sono ritrovati nella chiesa della Misericordia di via Garibaldi per l’ultimo saluto a Gastone.

Numerose le manifestazioni di cordoglio da parte della comunità aretina che ha dimostrato la propria vicinanza ai parenti del 50enne.

Come emerso, durante l’aggressione del luglio scorso, Pagni aveva riportato un’importante emorragia cerebrale ed era da tempo ricoverato in gravi condizioni presso l’ospedale San Donato di Arezzo. Le cure e le terapie messe in atto dai medici non sono però riuscite a scongiurare il peggio e ieri Gastone se ne è andato.

Sulla vicenda è stata aperta anche un’inchiesta. E’ infatti la polizia di Arezzo a condurre le indagini per identificare il responsabile (o i responsabili) dell’aggressione. Da comprendere restano anche le ragioni che hanno portato al pestaggio e l’esatta dinamica dei fatti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sarà adesso la magistratura a stabilire se riconfigurare il capo d’imputazione in seguito alla morte del 50enne.

Nel frattempo, è proprio da parte dell’opinione pubblica che arriva l’appello affinché venga fatta chiarezza sulla vicenda e i responsabili vengano individuati al più presto. Troppi al momento gli interrogativi che restano senza una risposta. “Certo è che ci sono cose che "non tornano"scrivono alcuni amici di Gastone su Facebookl’augurio è che le indagini seguano il giusto percorso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ancora 480 positivi in Toscana. Un quinto nell'Aretino: c'è anche un decesso

  • Covid: 78 nuovi casi nell'Aretino. Un 29enne ricoverato in ospedale

  • Coronavirus, il bollettino della Asl: 64 nuovi positivi nell'Aretino. Ci sono bimbi, studenti e insegnanti

  • "In terapia intensiva anche 50enni senza patologie pregresse", così la nuova ondata del Coronavirus

  • Coronavirus, 67 nuovi casi nell'Aretino. Salgono i ricoverati al San Donato

  • Coronavirus, salgono i casi in Toscana: oggi 755. Due i decessi e 144 i guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento