Martedì, 15 Giugno 2021
Attualità Pescaiola / Via Pietro Nenni

Sanità. 7,5 milioni di investimenti. E sull'assenza di direttori al San Donato la Asl assicura: "I reparti funzionano"

L’Azienda indica le cifre degli investimenti per Arezzo, Siena e Grosseto. “Nessuno viene penalizzato, ogni territorio ha esigenze diverse”

E dopo i numerosi attacchi e le prese di posizione del mondo politico locale e regionale, la direzione aziendale della Asl Toscana Sud Est prende parola.
Nelle scorse settimane in seguito ai numerosi allontanamenti da parte di medici e professionisti della salute, ad Arezzo si è innescato un acceso dibattito che ha chiamato in causa più di un soggetto. In seguito alle esternazioni di questi ultimi l'azienda ha deciso di replicare in modo tale da fornire la propria versione dei fatti con tanto di dati alla mano.

“Arezzo non paga alcun prezzo in termini di investimenti - spiegano dalla Asl Toscana Sud Est - così come non lo pagano  Siena e Grosseto. Le nostre tre province hanno esigenze e caratteristiche diverse, quindi anche la programmazione deve essere calibrata sulle strutture e sui servizi erogati. I numeri forniti in questi giorni dalla politica aretina non sono corretti”.

Ecco i numeri esatti degli investimenti contenuti nel piano triennale 2019-2021.

"Si tratta di 17 acquisti per l’alta tecnologia per un totale di 7.500.000 euro - continuano - 9 sono per Arezzo (totale 4,5 milioni), 3 sono per Siena (totale 1 milione) e 5 sono per Grosseto (totale 2 milioni). A questi investimenti devono essere aggiunti oltre 3 milioni ogni anno per le apparecchiature di medio-bassa tecnologia, che vengono ripartite in tutto il territorio della Sud Est. Sono in corso di valutazione ulteriori investimenti, che saranno eventualmente inseriti nella programmazione aziendale. Infine si devono ricordare i noleggi e i service che valgono svariati milioni di euro".

Sulla questione dei direttori mancanti all’ospedale San Donato di Arezzo, la direzione aziendale sta lavorando per un’accelerazione delle procedure concorsuali da parte di Estar ma rassicura la cittadinanza che i reparti stanno funzionando con regolarità e tutte le attività vengono portate avanti quindi, il fatto che manchino alcuni direttori non inficia assolutamente il lavoro di chi è presente e dei facente funzioni.

"Anzi - precisano - a loro va il ringraziamento per l’impegno che ogni giorno portano in corsia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità. 7,5 milioni di investimenti. E sull'assenza di direttori al San Donato la Asl assicura: "I reparti funzionano"

ArezzoNotizie è in caricamento