Attualità

Sale, neve e pioggia: la ricetta per le buche sull'asfalto. Gamurrini: "Cessati gli acquazzoni via a cantieri al Giotto e Quarata"

Prima la neve e poi il sale che ha dato il colpo di grazia. Così all'arrivo della pioggia sulle strade di Arezzo si sono aperte delle buche che hanno reso il manto stradale sconnesso e pericoloso suscitando, neanche a dirlo, l'ira di cittadini e...

buche-asfalto-pioggia-traffico

Prima la neve e poi il sale che ha dato il colpo di grazia. Così all'arrivo della pioggia sulle strade di Arezzo si sono aperte delle buche che hanno reso il manto stradale sconnesso e pericoloso suscitando, neanche a dirlo, l'ira di cittadini e automobilisti che hanno a più riprese invocato interventi immediati.

"Sì, Arezzo in questi ultimi giorni non è ridotta benissimo - spiega il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini - i danni più importanti sono stati fatti dal sale che abbiamo cosparso sul manto stradale delle arterie cittadine per impedire la formazione del ghiaccio nelle giornate di allerta meteo. Ad aggravare ulteriormente la situazione ci si è poi messa le neve che abbiamo dovuto spalare con veicoli appositi. Poi è iniziata la pioggia. Ed ecco pronto un mix micidiale che come unica conseguenza ha avuto quella di contribuire ad aprire delle vere e proprie voragini in alcuni tratti di strada".

Negli scorsi giorni, tra una pausa e l'altra degli acquazzoni, gli operai della manutenzione del Comune si sono messi al lavoro con bitume freddo per tappare le buche più evidenti e pericolose.

"Un rimedio temporaneo solo per prevenire pericoli imminenti - spiega ancora il vicesindaco - siamo ben consapevoli che non si può gettare questo "impasto" sulle strade e pretendere che duri all'infinito. Ma fin tanto che non cesseranno le piogge non possiamo fare altro che cercare di garantire la sicurezza stradale con tutti i mezzi che possiamo. Dalla prossima settimana, se il meteo ce lo lascerà fare, metteremo in cantiere degli interventi ben più importanti".

Per quello che concerne gli asfalti da rifare l'amministrazione comunale aretina ha già pronto un piano di intervento che prevede un budget complessivo di circa 800mila euro.

"Tra le opere che partiranno tra il mese di marzo e quello di aprile - continua ancora Gamurrini - ci sono quelle che riguarderanno la zona Giotto fino a via Leonardo da Vinci. L'importo stimato è di 260mila euro. Poi ci sposteremo a Quarata dove recupereremo l'asfalto della Sp1 fino ad arrivare alla zona industriale. 230mila gli euro destinati a questa finalità. Da ultimo abbiamo a disposizione 250mila euro per interventi diffusi. Siamo consapevoli che non sono sufficienti per effettuare manutenzione in tutte le strade della città ma sono comunque una cifra che potremo investire per andare ad intervenire su criticità specifiche che riguardano le strade cittadine".

Infine un'ultima considerazione sulle cifre.

"Negli ultimi tre anni - conclude Gamurrini - abbiamo destinato alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade circa 3 milioni di euro. All'incirca si tratta di uno ogni anno. Cercheremo di continuare così in modo tale da migliorare anche questo importante aspetto della vita cittadina".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sale, neve e pioggia: la ricetta per le buche sull'asfalto. Gamurrini: "Cessati gli acquazzoni via a cantieri al Giotto e Quarata"

ArezzoNotizie è in caricamento