Centri di aggregazione sociale, Tanti: "Domani riparte quello di via Malpighi"

Sicurezza e rispetto delle regole per un percorso di tranquilla rinascita. Videoconferenza operativa con Arci

“La data di riapertura prevista dal governo è lunedì, ma con percorsi ben definiti di sicurezza e comunicati per tempo dai presidenti, la vita dei centri di aggregazione sociale ad Arezzo - in via sperimentale - è già iniziata, anche alla luce di alcuni indirizzi regionali che ci hanno permesso di anticipare un po'". Così l'assessore Lucia Tanti annuncia la riapertura dei Cas cittadini. 

"Ovviamente si tratta di aperture nel pieno rispetto delle nuove regole e nella totale consapevolezza che per molto tempo saranno necessarie iniziative di monitoraggio delle presenze, distanziamento sociale, rivisitazioni degli spazi e rimodulazione delle attività, alcune delle quali - dal gioco delle carte alla danza - sono vietate per evidenti ragioni legate alla sicurezza sanitaria. La prova è certamente non facile, ma seguendo le regole che ci sono molti centri hanno già predisposto la loro ripartenza. Nelle prossime settimane avremo un quadro chiaro di chi riparte e di come riparte, ma in particolare di quali iniziative saranno offerte ai soci e alla città per poter avere tutti il quadro esatto e dare l'opportunità di godere di iniziative in sicurezza".

Questi mesi di “reclusione”, spiega l'assessore in una nota,  hanno portato ad un "impoverimento, anche economico, di alcuni centri di aggregazione". Una situazione che ha messo a dura prova soprattutto quelli più piccoli, "a cui dobbiamo dare delle risposte decidendo insieme come offrire un supporto a chi si trova in maggiori difficoltà. Non mi tirerò indietro - prosegue Tanti - nemmeno su questo aspetto, ben conoscendo quanto fatto in questi mesi e soprattutto in queste ultime settimane. La concretezza del lavoro dei singoli centri di aggregazione sta portando i primi frutti concreti: ero certa che non servivano né road map né parole altisonanti. Serviva -  come sempre - metterci impegno e buon senso facendo ognuno la propria parte".

Il fatto che il primo centro di aggregazione sociale di Arezzo che mi ha ufficialmente comunicato la riapertura sia Malpighi lo trovo un segnale bellissimo e di grande importanza:  è un centro che ha avuto in passato una vita "travagliata" con tante vicissitudini ed è ripartito grazie alla volontà della sua presidente Giuliana Galgani che in questi anni -  insieme alla sua squadra -  ha dimostrato tenacia e coraggio. Il fatto che sia questo centro a ripartire è una grande dimostrazione per tutti che il lavoro silenzioso paga e che con l'impegno molte cose sono possibili.
Voglio anche ringraziare Arci per il supporto e il tutoraggio in questi mesi difficili: stamani, insieme, abbiamo definito in una videoconferenza gli aspetti operativi delle riaperture dei Cas a loro collegati e stessa disponibilità l'ho data anche per quei Cas che hanno altre affiliazioni”.​

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento