Attualità

Rappresentante della Commissione Europea ad Arezzo per un progetto Life sulla gestione sostenibile delle foreste

Un rappresentante della Commissione Europea, Michel Quicheron (Executive Agency for Small and Medium-sized Enterprises - EASME), accompagnato da un rappresentante del gruppo esterno di monitoraggio del programma LIFE,  Michele Lischi, sarà a...

SONY DSC

Un rappresentante della Commissione Europea, Michel Quicheron (Executive Agency for Small and Medium-sized Enterprises - EASME), accompagnato da un rappresentante del gruppo esterno di monitoraggio del programma LIFE, Michele Lischi, sarà a Arezzo nei giorni 21 e 22 marzo 2018, presso la sede del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria (CREA), per la verifica dello stato di avanzamento del progetto LIFE FutureForCoppiceS sulla gestione sostenibile delle foreste. Il progetto, coordinato dal Centro di ricerca Foreste e Legno del CREA, vede impegnati esperti anche dell'Università di Firenze, dell'Università di Sassari, della Fondazione Edmund Mach, dell'Agenzia Forestas della Regione Sardegna e dell'Ente Terre Regionali Toscane e mira a sviluppare la gestione forestale sostenibile dei boschi cedui, molto diffusi nell'Europa meridionale (23 milioni di ettari). Boschi cedui che sono molto importanti anche nel nostro Paese: occupano infatti 3.7 milioni di ettari (42% della superficie forestale nazionale), caratterizzano il paesaggio e l'ambiente delle nostre aree collinari e montane e contribuiscono, attraverso i loro numerosi prodotti (legna da ardere, produzione di funghi, tartufi, piccoli frutti, miele, selvaggina, piante aromatiche, protezione idrogeologica?), alle economie di queste aree, assicurando, in molti casi, le condizioni minime per il presidio del territorio da parte delle comunità locali.

Il progetto LIFE FutureForCoppiceS, tramite l'applicazione di indicatori di Gestione Forestale Sostenibile consolidati e nuovi, darà suggerimenti operativi sulla sostenibilità delle varie forme di trattamento dei boschi cedui in termini di offerta di una pluralità di beni e servizi, quali l'aumento delle capacità di stoccaggio del carbonio, la protezione della salute delle foreste, della biodiversità e degli aspetti idrogeologici e la possibilità di ottenere energia da fonte rinnovabile e prodotti non legnosi (funghi?), aspetti di grande attualità e di valore strategico nella gestione sostenibile delle foreste, per il benessere delle comunità rurali e della società in generale.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rappresentante della Commissione Europea ad Arezzo per un progetto Life sulla gestione sostenibile delle foreste

ArezzoNotizie è in caricamento