Interinali: conferma per il 70% dei lavoratori. Assunzioni quasi completate per 500 tra infermieri e operatori socio sanitari

"Stiamo procedendo alle ultime 50 assunzioni. A queste vanno aggiunte quelle che abbiamo fatto in relazione al normale turn over e cioè alla sostituzione di personale andato in pensione. Quindi 212 infermieri e 70 oss"

"Non confermeremo il 30% ma il 70% degli interinali". Sono queste le parole del direttore generale della Asl Toscana sud est, Antonio D'urso in risposta alle recenti prese di posizione di alcune associazioni sindacali del territorio.

"Vorrei poi ricordare a Nursind - continua - che stiamo attuando un programma di assunzioni a tempo indeterminato che porterà nella Asl Toscana sud est 320 nuovi infermieri e 160 nuovi operatori socio sanitari. E' un programma che abbiamo accelerato al massimo: stiamo procedendo alle ultime 50 assunzioni. A queste vanno aggiunte quelle che abbiamo fatto in relazione al normale turn over e cioè alla sostituzione di personale andato in pensione. Quindi 212 infermieri e 70 oss. Se sommiamo queste cifre, arriviamo ad un totale di 762:  532 infermieri e 230 oss. In aggiunta, la Direzione Aziendale intende investire sulla figura dell'infermiere di famiglia e di comunità previsto anche da ultimo nel Decreto Rilancio e ciò comporterà l'ulteriore incremento delle dotazioni organiche".

E' poi sempre Antonio D'Urso a quantificare lo sviluppo dei servizi nella Toscana meridionale: "abbiamo affrontato - e continuiamo a farlo - l'emergenza Covid ma da essa vogliamo uscire con una sanità più forte di prima. C'è quindi il lavoro sulla riorganizzazione dei servizi ospedalieri e territoriali e ad esso si accompagna necessariamente il potenziamento degli organici. Uno sviluppo che intendiamo stabile: da qui la scelta di considerare un'emergenza il lavoro interinale e le assunzioni a tempo indeterminato - invece -  la scelta strategica. Sono certo che anche Nursind condividerà questa impostazione che è in grado di dare stabilità e futuro a quasi 500 nuovi operatori della sanità, mettendo quest'ultima nella condizione di avere nuove professionalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento