Incidenti sul lavoro: nel 2017 nove decessi nell'Aretino. La provincia è la terza più colpita di tutta la Toscana

Nove. Tante sono le persone che nel 2017 hanno perso la vita per incidenti sul posto di lavoro nella provincia di Arezzo. A darne conto e la Inas Cisl Toacana che ha stilato un rapporto particolareggiato riguardante la situazione in tutto il...

incidenti-mortali-sul-lavoro-a-bergamo-un-decesso-al-mese_e18f1088-a2a7-11e6-a878-6c13e5f74299_700_455_big_story_linked_ima

Nove.

Tante sono le persone che nel 2017 hanno perso la vita per incidenti sul posto di lavoro nella provincia di Arezzo.

A darne conto e la Inas Cisl Toacana che ha stilato un rapporto particolareggiato riguardante la situazione in tutto il territorio regionale.

Secondo tale documento nel 2017 sono stati 1.029 in Italia i morti in incidenti sul lavoro. Settantadue di questi si sono verificati in Toscana.

La provincia più colpita è quella di Firenze, con 18 morti, al secondo posto Pisa con 11, al terzo Arezzo con 9. Seguono Siena (7), Livorno e Prato (6), Grosseto, Lucca e Pistoia (4), Massa Carrara (3).

Per ricordare che dietro le statistiche ci sono dei lavoratori, delle persone in carne e ossa, domani, venerdì 27 aprile, in vista della Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro, l’Inas (il patronato della Cisl), ospiterà nelle proprie sedi attività di sensibilizzazione per informare le persone sui diritti e le tutele previsti in questo ambito.

“Nella nostra regione – dice il direttore Inas Toscana, Marco Manfredini - l’attenzione per il tema della sicurezza e salute sui luoghi di lavoro c’è ed ha prodotto anche iniziative importanti, ma gli incidenti continuano, sia quelli mortali, che arrivano anche sui media, sia quelli meno gravi, ma molto più numerosi che si verificano ogni giorno e che ci dicono di non abbassare mai la guardia.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E non dobbiamo sottovalutare nemmeno il problema delle malattie professionali – aggiunge Manfredini -; certo non hanno un impatto violento nel quotidiano, ma subdolamente, con l’esposizione prolungata a fattori di rischio, sono in grado di minare la salute dei lavoratori. Se ne parla sempre troppo poco, mentre è necessario vigilare giorno per giorno per prevenirle ed informare i lavoratori perché le sappiano riconoscere. Purtroppo sono ancora moltissimi i casi di malattie professionali che non vengono denunciati. Eppure basta presentarsi in uno dei nostri uffici per sottoporsi a una visita medica e scoprire se si è affetti da una malattia professionale e, in quel caso, poter beneficiare dall’assicurazione Inail contro gli infortuni sul lavoro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento