Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità Centro Storico / Via Ricasoli

"Più lavoro anche per le guide, ma via Ricasoli l'avrei chiusa del tutto". Turisti dall'Italia e dalla Francia

L'intervista alla guida turistica

Adina Persano

"Gli italiani arrivano per la Città del Natale, i francesi soprattutto per il percorso ludico spirituale che unisce Arezzo ad Assisi e Gubbio". Questa la lettura da esperta di Adina Persano, storica guida turistica di Arezzo, alla guida anche dell'associazione nazionale delle guide turistiche.

"C'è davvero più lavoro per tutte noi, ma anche per alberghi e tutto il sistema della ricezione e dei servizi collegati al turismo, l'atmosfera in effetti è molto bella in città."

Da abile osservatrice e da persona addetta ai lavori che ogni giorno parla con decine di visitatori, Adina Persano coglie tutte le sfumature di questo momento: "Si nota decisamente il target di riferimento nelle famiglie, anche con bimbi piccoli, sono quelli più presenti e di questo va dato atto all'amministrazione di aver pensato a loro."

Il giudizio sulla Città del Natale è quindi positivo.

"C'è una buona presenza e le guide lavorano in un mese che di solito era di bassa stagione."

Cosa le è piaciuto particolarmente? Ovviamente, nemmeno a dirlo "Le proiezioni delle nostre opere d'arte nei palazzi, ho visto con piacere la torre della Casa del Petrarca con i vessilli di Piero della Francesca, un bell'effetto."

Qualche consiglio non manca.

"Se devo segnalare dei punti critici, innanzitutto il traffico delle auto in via Ricasoli, visto che il varco della ztl è aperto per la maggio parte del giorno, io lo avrei chiuso del tutto proprio per la presenza di famiglie con bambini piccoli e perché quello rappresenta lo sbocco delle scale mobili, un punto di afflusso per l'arrivo al Prato. Per i bagni pubblici il sabato e la domenica non siamo messi male, sono aperti quelli del Praticino, delle Logge, e quelli alle scale mobili, dove però gli orari sono un po' troppo ridotti."

Insomma dettagli che arrivano da una persona competente che giustamente guarda ad ogni minimo miglioramento possibile, anche con poco sforzo. Soprattutto dopo che, il giorno dell'Immacolata ha preso anche la benedizione dall'Arcivescovo Fontana che ha lodato il lavoro delle guide per il bene della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Più lavoro anche per le guide, ma via Ricasoli l'avrei chiusa del tutto". Turisti dall'Italia e dalla Francia

ArezzoNotizie è in caricamento