menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fondazione Thevenin protagonista nella formazione degli educatori. Tanti: "Così si rafforza il sistema integrato"

La Fondazione Thevenin continua a rafforzarsi come centro di formazione e qualificazione degli educatori della città di Arezzo, divenendo punto di raccordo e di progettazione condivisa

La Fondazione Thevenin continua a rafforzarsi come centro di formazione e qualificazione degli educatori della città di Arezzo, divenendo punto di raccordo e di progettazione condivisa. Da qui il percorso di formazione annuale “Imparare ad imparare” articolato in otto incontri previsti tra i mesi di aprile e novembre 2021, da remoto i primi quattro per poi considerare l’opzione di svolgere i restanti in presenza qualora ce ne siano le condizioni.

Il progetto di percorso formativo, la cui frequenza è a titolo gratuito, è riservato alle figure di coordinamento dei servizi educativi 0/6 del Comune di Arezzo, alle figure di coordinamento di Fraternita dei Laici, Casa Pia, Aliotti, Thevenin, a una figura educativa per ogni servizio 0/6 gestito da queste stesse istituzioni partecipate, alle figure di coordinamento delle cooperative che garantiscono servizi educativi 0/6, alla figura educativa o di coordinamento o titolare dei servizi educativi 0/6 for profit, ai bibliotecari della sezione ragazzi della Biblioteca Città di Arezzo.

"Una reale integrazione del sistema educativo territoriale parte dalle occasioni d’incontro e di dialogo di cui far beneficare i reali protagonisti, ovvero le figure professionali, operatici e operatori, indipendentemente dalla struttura in cui lavorano: premessa  indispensabile per il dialogo fra le stesse istituzioni che poi erogano i servizi - commenta la vice sindaco Lucia Tanti -. Quello che stiamo strutturando e mettendo in pratica è un proposito preciso: fare squadra nei servizi alla persona in ambito educativo e di coesione sociale. Comune, Fraternita dei Laici, Casa Pia, Aliotti e Thevenin, pur mantenendo le loro identità, si mettono in filiera per costruire risposte e unire energie e patrimoni di competenze, in vista della Fondazione Arezzo Comunità, un’esperienza unica a livello nazionale. Ma questa ‘rivoluzione copernicana’ non può al contempo fare a meno di altre realtà pubbliche, del privato sociale, del terzo settore, del settore privato, dello stesso volontariato, nell’ambito di un nuovo orizzonte all’insegna del protagonismo comunitario".

Sandro Sarri presidente della fondazione: "con questo ciclo di incontri curato e coordinato da Casa Thevenin, la nostra attività si conferma finalizzata al miglioramento della qualità della vita della comunità di riferimento, favorendo nello specifico percorsi a garanzia del diritto all’educazione e la socializzazione dell’infanzia. L’attività di formazione e aggiornamento sarà a cura dalla professoressa Francesca Grasso che ringrazio per questa sua disponibilità".

I primi quattro incontri avranno per tema “Lezioni di sguardo – buone pratiche per la cittadinanza 0/6”, gli altri “Leggere il mondo: comunità brulicanti intorno ai libri”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento