E' il giorno dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate. Il programma delle cerimonie aretine

E’ stata istituita nel 1919 e da allora ogni anno sono numerose le iniziative che vengono messe in piedi per celebrale questa ricorrenza. Il 4 novembre è il giorno dell’Unità Nazionale e festa delle Forze Armate. Una ricorrenza importante per...

 

E’ stata istituita nel 1919 e da allora ogni anno sono numerose le iniziative che vengono messe in piedi per celebrale questa ricorrenza.

Il 4 novembre è il giorno dell’Unità Nazionale e festa delle Forze Armate. Una ricorrenza importante per l’Italia che fino alla metà degli anni ’70 ha considerato la giornata un festivo a tutti gli effetti.

Dalle più alte cariche dello Stato fino ai piccoli amministratori locali, il 4 novembre viene celebrato con numerose iniziative.

Per quanto riguarda la provincia ecco le manifestazioni organizzate nei vari capoluoghi.

Arezzo

La festa dell’Unità Nazionale e la giornata delle Forze Armate quest’anno si inserisce nell’ambito delle commemorazioni del centenario della Grande Guerra. Alla cerimonia parteciperanno il Prefetto, Alessandra Guidi, il Sindaco di Arezzo, Alessandro Ghinelli, e il Presidente della Provincia, Roberto Vasai.

Il programma prevede alle ore 10.15, presso il Sacrario Militare di Via dell'Anfiteatro, l'alzabandiera e gli onori ai Caduti con la deposizione della corona di alloro. La cerimonia si sposterà alle ore 10.30 in P.zza S. Jacopo, per il saluto istituzionale del Prefetto e la lettura dei messaggi del Capo dello Stato e del Ministro della Difesa. Seguirà il saluto del rappresentante del Coordinamento Provinciale tra le Associazioni d'Arma. Gli allievi del Convitto Nazionale “Vittorio Emanuele II” di Arezzo - introdotti dal Presidente della Confederazione Provinciale delle Associazioni Combattentistiche e Partigiane - affronteranno alcune letture dal titolo “La Grande Guerra nei diari dei giovani aretini”: lettura della motivazione della Medaglia di Bronzo al Valor Militare al soldato Buonaugurelli Aldo, della lettera del Tenente Piero Sermolli, di anni 19 di Sansepolcro, inviata alla famiglia l’ 11 dicembre 1915, di una pagina del taccuino di guerra del Capitano Giovanni Gamurrini di Arezzo. Monte San Savino L’Amministrazione Comunale di Monte San Savino e le Associazioni combattentistiche e d’arma, nella ricorrenza dell’anniversario della vittoria di Vittorio Veneto invitano la cittadinanza a partecipare alla celebrazioni della Festa dell’Unità Nazionale della Giornata delle Forze Armate prevista per mercoledì 4 Novembre. Questo il programma: dalle 9.30 a Monte San Savino, presso i Giardini di Via della Riconoscenza, riunione di Autorità, Enti e Associazioni con i fregi d’armi, gonfaloni e bandiere. Seguiranno letture in ricordo dei caduti a cura degli studenti della Scuola Media del capoluogo, la cerimonia dell’alzabandiera e la deposizione di una corona d’alloro presso il momumento ai caduti. Alle 10.15 seguirà visita alla sede dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci che si trova all’ingresso del Palazzo Comunale. Alle 11.15, a Montagnano, è prevista poi la cerimonia dell’alzabandiera con deposizione della corona presso il monumento ai caduti. Anche in questo caso gli studenti della locale Scuola Media effettueranno letture in ricordo dei caduti. Cavriglia Sulla scia delle iniziative promosse in occasione del centenario dell’ingresso dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale, l’Amministrazione Comunale si appresta a celebrare anche l’anniversario della fine della “Grande Guerra”. Mercoledì 4 novembre, giorno in cui nel 1918 si chiuse il conflitto, in programma l’iniziativa dal titolo “Come d’autunno sugli alberi le foglie” che si svolgerà in due momenti distinti: la mattina, a partire dalle 10 e 30, presso l’Auditorium del Museo Mine di Castelnuovo dei Sabbioni Paolo Brogi, scrittore e giornalista del “Corriere della Sera”, con il Vicesindaco Filippo Boni e Antonella Fineschi presenterà il suo ultimo libro “Eroi e Poveri Diavoli della Grande Guerra”. Alla presentazione, durante la quale è previsto anche un intervento dell’Assessore alla Pubblica Istruzione Paola Bonci, parteciperanno i ragazzi di alcune classi quinte superiori dell’Istituto Isis Valdarno di San Giovanni. Nel pomeriggio invece alle 16 e 30, presso il monumento ai Caduti di tutte le Guerre presso il Palazzo Comunale di Cavriglia verrà inaugurata la targa commemorativa in onore ai caduti dimenticati di Cavriglia alla “Grande Guerra”. Le loro storie sono emerse grazie all’accurato lavoro di ricerca che ha portato alla pubblicazione del libro “Di che reggimento siete, fratelli?”. Previsti gli interventi del Sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanni, del Presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani, del giornalista e docente universitario Maurizio Naldini, di Paolo Brogi e di Stefano Margiavacchi, presidente provinciale dell’Istituto del Nastro Azzurro. A seguire, sempre nel pomeriggio, saranno inaugurate anche altre due targhe commemorative ai caduti presso i Cimiteri di Cavriglia e Castelnuovo dei Sabbioni. Promuovendo questa iniziativa l'Amministrazione Comunale ha di nuovo mostrato la propria sensibilità nei confronti della Memoria, valore che, per la comunità cavrigliese, non deve limitarsi al ricordo delle vittime degli Eccidi Nazifascisti del luglio 1944. Fondamentale, come spesso è stato sottolineato, il coinvolgimento dei giovani la cui presenza darà ulteriore valenza alle celebrazioni dell'anniversario della fine della “Grande Guerra”. Castiglion Fiorentino Programma della Cerimonia Ore 9,45 Raduno in Piazza del Municipio delle Autorità Civili, Religiose, Militari, Associazioni, Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, Organizzazioni dei Mutilati, dei Combattenti e Reduci, Partiti Politici, Organizzazioni Sindacali, Scolaresche, Associazioni di Volontariato e Cittadinanza. Ore 10,00 Deposizione mazzo di fiori al Sacrario dei Caduti di tutte le guerre nel Palazzo Comunale. Ore 10,15 Santa Messa presso il Loggiato Vasariano, in caso di maltempo la cerimonia si svolgerà nella Chiesa di S. Francesco. Ore 11,00 Corteo al Monumento ai Caduti di Piazza Matteotti dove avranno luogo: Alzabandiera, Onore alla Bandiera, deposizione corona di alloro e momento di riflessione.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento