Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infermiera aretina in Mozambico per aiutare la popolazione devastata dal ciclone Idai: oltre mille i morti

Patrizia è una storica volontaria della Croce Rossa di Arezzo. Infermiera professionale in pensione, lavorava presso l'ospedale di Arezzo ed è stata caposala

 

Là dove c'è un'emergenza, c'è la Croce Rossa con i suoi volontari. E sempre più spesso c'è anche un po' di Arezzo. Come sta avvenendo in questi giorni in Mozambico, dove in seguito al devastante ciclone Idai, i team internazionali sono accorsi in aiuto della popolazione. Tra i volontari c'è anche Patrizia Landini, infermiera volontaria della Cri di Arezzo, che è partita lo scorso 10 maggio per l'ospedale da campo di Beira - allestoto dal Dipartimento di Protezione Civile - e vi resterà per un mese. 

Patrizia è una storica volontaria della Croce Rossa di Arezzo. Infermiera professionale in pensione, lavorava presso l'ospedale di Arezzo ed è stata caposala del reparto di Nefrologia e Dialisi. Come volontaria ha partecipato a molte missioni, compresa quella sulla nave ospedale della Cri salpata per far fronte all'emergenza migranti. 

Ma cosa è accaduto in Mozambico? ll ciclone Idai ha investito in modo violento il paese proprio due mesi fa, il 13 marzo. Un impatto devastante: più di mille vittime, città distrutte 500mila persone - si stima - rimaste senza casa.

"Mentre fiumi e mari - spiega la Croce Rossa di Arezzo - continuano a restituire i corpi delle vittime. Vista la devastazione e i bisogni i team internazionali della CroceRossa, a supporto e in collaborazione con la Consorella africana, stanno distribuendo forniture di alloggi per le famiglie colpite e cloro per purificare l’acqua. 
Croce Rossa Italiana - Italian Red Cross ha preso parte all'emergenza e un nuovo gruppo di medici, infermieri, logisti volontari sono partitti per garantire aiuto e sostegno al personale già al lavoro nell’ospedale da campo di Beira".

Patrizia è tra loro e prenderà parte ad una delle due missioni parallele attualmente in svolgimento. L'infermiera aretina partecipa a quella gestita e coordinata da personale italiano: si tratta di un Posto medico avanzato di II livello a Beira, uno dei punti maggiormente colpiti dal ciclone.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento