Mascherine: al via la consegna a Terranuova Bracciolini. Il sindaco: "Massima attenzione"

Quotidianamente l’amministrazione avviserà attraverso il sito aterranuova.it e i canali social dove verrà effettuata la consegna

Sono in fase di imbustamento, per garantirne le corrette condizioni igienico-sanitarie, tutte le mascherine consegnate al Comune di Terranuova dalla Regione Toscana. La consegna dei dispositivi di protezione avverrà direttamente a domicilio, nel numero di due per ciascun cittadino, e verranno lasciate nella cassetta delle lettere dai dipendenti comunali.

“La distribuzione inizierà da quelle zone che ancora non sono state servite dalla consegna delle mascherine acquistate dall’amministrazione - ha spiegato il sindaco Sergio Chienni - ossia: Badiola, Campogialli, Capoluogo, Penna, Treggiaia, Ville. A seguire verrà effettuata in tempi celeri su tutto il restante territorio. Colgo l’occasione per invitare ancora una volta a rispettare scrupolosamente le indicazioni che quotidianamente ci vengono ripetute circa i comportamenti corretti da seguire per contrastare la diffusione del virus. C’è ancora da mantenere alta l’attenzione per tutelare tutti”.

Quotidianamente l’amministrazione avviserà attraverso il sito aterranuova.it e i canali social dove verrà effettuata la consegna. Per eventuali segnalazioni, riguardanti l’eventuale mancata ricezione, i cittadini sono invitati a scrivere al seguente indirizzo mail: consegnamascherine@comune.terranuova-bracciolini.ar.it e sarà provveduto a portargliele.

La fornitura di mascherine segue l’ordinanza del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi che, a far data dal ricevimento delle stesse da parte dei cittadini, dispone: l’utilizzo obbligatorio della mascherina in spazi chiusi, pubblici e privati aperti al pubblico, in presenza di più persone, oltre che nei mezzi di trasporto pubblico locale, nei servizi non di linea taxi e noleggio con conducente; l’utilizzo obbligatorio della mascherina in spazi aperti, pubblici o aperti al pubblico, quando, in presenze di più persone, è obbligatorio il mantenimento della distanza sociale; fermo restando il rispetto del mantenimento delle misure di distanziamento sociale, le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai sei anni e alle persone che non tollerino l’utilizzo delle mascherine a causa di particolari condizioni psicofisiche attestate da certificazione rilasciata da medico di medicina generale/pediatra di libera scelta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento