Il comune di Anghiari posticipa tributi e tariffe per servizi scolastici al 31 luglio

La prima  e seconda rata dell’acconto Tari è stata così rinviata al 31 luglio insieme agli altri versamenti

L’amministrazione comunale di Anghiari attraverso una delibera di giunta dello scorso 8 maggio, in attesa di un segnale chiaro dal Governo al quale uniformarsi in tema di fiscalità, ha stabilito la deroga alle scadenze del 16 maggio e del 30 aprile rispettivamente per i pagamenti dei tributi e dei servizi scolastici. Quest’ultimi fermi alla bollettazione di gennaio. La prima  e seconda rata dell’acconto Tari è stata così rinviata al 31 luglio insieme agli altri versamenti.

“Si tratta di una possibilità che abbiamo deciso di concedere a tutti i cittadini in virtù della situazione di estrema precarietà generale che stiamo ancora vivendo - spiega il sindaco Alessandro Polcri - andando così incontro alle famiglie, alle partite iva e a tutti coloro che in questo periodo devono sostenere il pagamento delle tasse - ha dichiarato - ovviamente la deroga non è obbligatoria per tutti, chi vorrà pagare prima e rispettare le vecchie scadenze, potrà farlo liberamente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento