Banca Etruria, Ghinelli scrive a Mattarella: "Intervenga su capo del Governo e ministro delle Finanze"

Alcuni giorni di attesa, colloqui riservati con il nuovo amministratore di Banca Etruria e poi la decisione: scrivere al presidente della Repubblica. E' quanto rivela con una nota il primo cittadino di Arezzo Alessandro Ghinelli: l'intento è...

ghinelli_alessandro (2)

Alcuni giorni di attesa, colloqui riservati con il nuovo amministratore di Banca Etruria e poi la decisione: scrivere al presidente della Repubblica. E' quanto rivela con una nota il primo cittadino di Arezzo Alessandro Ghinelli: l'intento è quello di chiedere l'intervento del presidente affinché capo del Governo e ministro delle Finanze affinché venga riconsiderato parte del decreto salva banche.

“"Lunedì 23 novembre mi è venuto a trovare il nuovo amministratore delegato di Banca Etruria che mi ha illustrato il decreto del governo il giorno stesso della sua entrata in vigore con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Il decreto ha creato problemi, come noto. Mi annunciò una perdita di capitale di circa 150 milioni di euro. Dopo quest'incontro, ho letto il decreto e invece di fare uscite pubbliche ho deciso di scrivere al capo dello Stato. Tuttavia, a lettera pronta, venerdì scorso, l'amministratore delegato mi ha annunciato che dal ministero delle finanze stavano cambiando il decreto, con una proposta di emendamento. Uscito il decreto definitivo ho avuto un ulteriore incontro con Bertola che mi ha dato più nel dettaglio i numeri di questa sofferenza: in sostanza il corrispettivo stanziato dal governo è totalmente insufficiente. Per cui ho deciso definitivamente di scrivere al presidente Mattarella una lettera nella quale chiedo di intervenire sul capo del governo e sul ministro delle finanze affinché l'esecutivo riconsideri la parte del decreto in funzione degli interessi e delle esigenze dei cittadini. Oggi la rendo pubblica. Non so se questa lettera sortirà effetti, certo è che abbiamo dinanzi un panorama critico per le perdite subite dagli obbligazionisti, cittadini che non hanno avuto alcun intento speculativo, ma anche per la perdita di fiducia dei cittadini stessi nei confronti del sistema bancario. Era la riserva per il loro futuro e non vanno penalizzati. Il problema nato per Banca Etruria potrebbe avere rilevanza nazionale e dunque è opportuno che il Governo intervenga rapidamente per porre una seria attenzione sul sistema creditizio"”.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento