Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Al via i saldi invernali, in cima alla lista dei desideri scarpe e maglie. Gli aretini tra i più spendaccioni in Italia

Con un paio di giorni di anticipo iniziano i saldi post natalizi che dureranno fino al 3 marzo. L'ondata del recente Black Friday potrebbe frenare gli acquisti

E' il giorno dell'avvio dei saldi invernali, che quest'anno partono prima rispetto al 2019 e dureranno fino a martedì 3 marzo. I ribassi invernali sono sempre molto attesi, nonostante il Natale sia appena trascorso. Stavolta c'è una nuova incognita rappresentata dal recentissimo Black Friday: ovvero gli sconti applicati l'ultimo venerdì di novembre che oltre a "bruciare" qualche acquisto natalizio, potrebbero incidere in maniera negativa anche in questa nuova stagione di saldi.

Questo primo weekend sarà molto indicativo per capire l'andamento degli acquisti. 

Saldi invernali: al via il 4 gennaio 2020. Dureranno sessanta giorni

La parcentuale di partenza degli sconti che verrà applicata si aggirerà intorno al 30% per i negozi di fascia medio-alta, mentre per le grandi catene probabilmente sarà del 50% già dai primissimi giorni.

Il budget degli aretini

Le associazioni di categoria hanno previsto una spesa a persona inferiore rispetto a quella dello scorso anno, infatti sarà circa di 160 euro il budget medio e saranno quattro persone su dieci (Confesercenti) e sei famiglie su dieci (Ascom) ad approfittare degli sconti per fare acquisti. 

Secondo un'indagine della Confesercenti il 43% acquisterà per meno di 100 euro, mentre il 47% spenderà fino a 300 euro. L'Ascom sottolinea che la spesa media per una famiglia sarà di circa 368 euro. 

Gli aretini spenderanno circa 10 euro in meno di media rispetto allo scorso anno, complice il forte appeal dell'ultimo Black Friday. La spesa pro capite resta comunque superiore a quella nazionale e in linea con quella regionale.

Cosa acquisteranno gli aretini ?

Secondo le associazioni di categoria in cima alla lista dei desideri dei consumatori ci sono calzature, capispalla, giubbotti, maglie e tra gli accessori vengono predilette le borse. Per la Confesercenti il 47%  degli aretini ha già deciso di comprare scarpe e il 45% prodotti di maglieria. Ci sarà anche un 12% che andrà a caccia di accessori come cinture e sciarpe. Per l'Ascom gli articoli più richiesti saranno, tra gli altri, giubbotti e sneaker.

Gli aretini sceglieranno di acquistare in negozi fisici perchè l'appuntamento dello shopping è diventato motivo di divertimento con gli amici e la famiglia. C'è il desiderio di provare i capi prima di acquistarli. Lo shopping online resta un'alternativa valida, ma i consumatori con i saldi preferiscono far compere nei negozi della città.

I saldi anticipano l'Epifania. Il vademecum antitruffa
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via i saldi invernali, in cima alla lista dei desideri scarpe e maglie. Gli aretini tra i più spendaccioni in Italia

ArezzoNotizie è in caricamento