Vittoria sulla burocrazia: Cristiano Rossi riammesso nella lista elettorale per le regionali

Nei giorni scorsi la sua corsa elettorale per Tommaso Fattori presidente della Regione si era fermata a causa dell'esclusione del suo nome dalla lista Toscana a Sinistra

La foto del 2006 con Alfio Nicotra, Marco Bianchi e Cristiano Rossi in consiglio comunale ad Arezzo dove componevano il gruppo di Rifondazione Comunista

"Davvero non me l’aspettavo (anzi, nessuno se lo aspettava): sono stato riammesso nella lista Toscana a Sinistra". Questo l'annuncio che nella tarda serata di ieri ha fatto Cristiano Rossi, il preside scolastico che si era visto escludere in prima battuta, per aver inserito un 'Arezzo' di troppo nel documento di autentica della propria firma che serviva proprio per ufficializzare la candidatura per le elezioni regionali. L'amarezza dei giorni scorsi ha quindi lasciato il posto a un rinnovato entusiasmo per Cristiano Rossi e per chi lo stava supportando, in questa nuova avventura politica.

E' lui stesso che racconta come è andata: "Ieri pomeriggio ho ricevuto la chiamata di Angelo Cardone, appena uscito dal tribunale di Firenze, che mi comunica con voce emozionata e incredula che sono stato riammesso nella lista. Nessuno di noi pensava che questo fosse possibile: era stato respinto il nostro ricorso, ma dal riesame hanno stabilito che quell’errore non inficiava la mia dichiarazione. Ricomincia, quindi, la mia avventura elettorale insieme agli amici e compagni della lista Toscana a Sinistra con Tommaso Fattori candidato Presidente, in particolare insieme a Serena Marinelli, che avevo indicato come candidata della lista da sostenere e che continuerò sempre ad indicare, perché alle regionali si possono esprimere due preferenze, purché per un uomo e una donna."

"Ringrazio di cuore tutti quelli che, in questi giorni, mi hanno scritto, telefonato o commentato sui social, dispiacendosi per la mia esclusione. Mi perdonerete se vi ho generato questa confusione elettorale. Sono felice soprattutto di poter sostenere Tommaso Fattori, una persona davvero bella, che potrebbe dare una svolta di innovazione alla nostra Toscana, una persona moderata nei modi ma radicale nelle idee, secondo uno stile che sento molto vicino."

Per Cristiano Rossi non è la prima candidatura, nel 2006 (anno al quale si riferisce la foto di copertina) fu eletto con Alfio Nicotra e Marco Bianchi nel consiglio comunale di Arezzo dalla lista di Rifondazione Comunista: "Ho pensato di mettere nel post questa foto perché evoca un momento importante per la nostra città, uscita da anni di gestione fallimentare della giunta Lucherini, conclusasi con i provvedimenti giudiziari di Variantopoli. La speranza e la certezza (nda. per il Comune di Arezzo che va contemporaneamente al voto con le regionali) è che si possa rivivere, oggi, un medesimo momento di liberazione da un’amministrazione di destra, oggi come allora travolta da scandali giudiziari."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento