Ottavia Piccolo al teatro Verdi con la sua "Donna non rieducabile"

Con inizio alle ore 21:15, sarà Ottavia Piccolo, indiscussa protagonista del teatro italiano, a raccontare sul palco del Teatro Verdi di Monte San Savino la sua “Donna non rieducabile”, la narrazione a quadri, scritta da Stefano Massini, della vita della giornalista Anna Politkovskaja, uccisa alla periferia di Mosca il 7 ottobre 2006.

La regia è di Silvano Piccardi, in una produzione Centro d’arte Contemporanea Teatro Carcano, e Ottavia Piccolo sarà accompagnata dalle musiche suonate dal vivo da Floraleda Sacchi. L’evento è parte della Stagione Teatrale Off 2018/19 a cura di Comune di Monte San Savino, Officine della Cultura e A.S. MonteServizi. Si segnala che alle ore 18:30 Ottavia Piccolo incontrerà il pubblico presso l’Interno 43, a pochi passi dal teatro. Ingresso all’incontro libero con aperitivo offerto da Interno 43. Anna Politkovskaja per il Cremlino era una “donna non rieducabile”. Le spararono sul pianerottolo di casa, alla periferia della capitale, di ritorno dal mercato.

Prima al cuore, poi alla testa. Una esecuzione in piena regola. Anna lasciava così due figli, un’inchiesta aperta sulle torture in Cecenia commesse dall’esercito russo che non potrà più essere pubblicata dal suo giornale, le sue indagini nelle mani della polizia moscovita che subito sequestrò tutto ciò che c’era nel suo appartamento. Stefano Massini, drammaturgo appassionato e civile, racconta la Politkovskaja attraverso una ventina di quadri, brevi “istantanee” che mostrano i diversi momenti della sua vita e del suo lavoro, spesso coincidenti, fino alla morte. Ed è attraverso quelle stesse immagini impresse nel ricordo di Anna che i suoi pensieri, il suo punto di vista, la paura, la forza, le emozioni, vengono restituite da Ottavia Piccolo con un’obiettività spiazzante che semplicemente ne prolunga fino a noi la forza e il valore.

Informazioni: a Monte San Savino presso Teatro Verdi, Via Sansovino 66, tel. 0575 810498, sabato 20.30 – 23.30 e domenica 15.00 – 18.30; ad Arezzo presso Officine della Cultura, via Trasimeno 16, tel. 0575 27961 - 338 8431111, dal lunedì al venerdì 10.00 – 13.00 e 15.30 – 18.00. Prevendite on line presso BoxOffice Toscana e Ticktone.

Biglietteria il giorno di spettacolo presso il Teatro con apertura alle ore 20.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Il Re che aveva paura del buio

    • solo domani
    • 24 gennaio 2021
    • Piattaforma Zoom
  • Musica, prosa e laboratori. La rassegna di Diesis Teatrango e Teatro Comunale di Bucine

    • dal 17 gennaio al 6 marzo 2021
  • On, Off e il mistero della torta scomparsa

    • 31 gennaio 2021
    • Piattaforma Zoom

I più visti

  • "Evanescenze", In mostra a Galleria Ambigua le opere del pittore giapponese Tetsuji Endo

    • dal 4 settembre 2020 al 1 giugno 2021
    • Galleria Ambigua
  • "Incognito", nuova mostra ad Arezzo

    • dal 9 al 31 gennaio 2021
    • Galleria Ambigua
  • Mostra su Fellini al Museo dei Mezzi di Comunicazione

    • dal 24 ottobre 2020 al 30 giugno 2021
    • Mumec - Museo dei Mezzi di Comunicazione
  • Rosai - Capolavori tra le due guerre. La mostra

    • dal 29 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Palazzo del Podestà
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ArezzoNotizie è in caricamento