“Ipazia muore male”, spettacolo all'Anfiteatro Romano

“Donne dell’Antichità nell’Anfiteatro Romano di Arezzo: Ipazia e Aspasia” è la nuova rassegna teatrale estiva, con visite guidate, incontri e presentazioni, organizzata grazie alla sinergia tra il Polo Museale della Toscana e il Museo Archeologico Nazionale di Arezzo Gaio Cilnio Mecenate, il Rotary Club Arezzo Est, la Compagnia Teatrale Archeosofica e Munus.

La rassegna, preceduta da un primo incontro in programma il 21 giugno, si inaugura il 29 giugno alle 21.30 con lo spettacolo “Ipazia muore male” dedicato all’affascinante e bellissima matematica-filosofa del V secolo d.C., crudelmente assassinata dall’intolleranza religiosa, nel clima del “fine Impero Romano”, e prosegue il 5 e 6 luglio sempre alle 21. 30, con l’adattamento teatrale del romanzo “Aspasia. Lei guardava spesso il mare” in cui rivivono le straordinarie vicende di Aspasia di Mileto (470 a.C .circa – 400 a.C. circa), la donna che fu per vent’anni compagna e consigliera del grande statista ateniese Pericle.

Lo spettacolo

“Ipazia muore male”, scritto e diretto da Alessandro Bandecchi, ricongiunge il passato a temi di grande attualità narrando la crisi del sistema politico-giuridico dell’Impero Romano del V sec. d.C. esasperata dalle pressioni migratorie, dai conflitti tra integralismi religiosi, dalle relative eresie e scismi con spietate lotte interne. Ipazia sostenitrice del Libero Pensiero laico e fondato sulla ragione diventa il simbolo da abbattere con la massima ed esemplare crudeltà nella prima sanguinosa “crociata” in difesa della tradizione. Tutti i personaggi dello spettacolo rivivono in scena attraverso le parole delle fonti originali dei più grandi autori del passato: Socrate Scolastico, Damascio, Filostorgio, Giovanni Malala, Sinesio di Cirene, Giovanni di Nikiu, Lessico di Suida, abilmente composte insieme ai testi contemporanei e ai contributi del fondamentale saggio di Silvia Ronchey su Ipazia e alle preziose ricerche di Luciano Canfora e Umberto Eco.

“Aspasia. Lei guarda spesso il mare”, diretto da Alessandro Boncompagni, è l’adattamento teatrale dell’omonimo romanzo breve scritto da sette donne, autrici e amiche, accomunate dalla passione per la scrittura e per l’antica Grecia. Il testo snello, poetico, articolato in quadri non necessariamente cronologicamente progressivi diventa uno spettacolo corale, con 20 attrici e 5 attori e una colonna sonora appositamente creata dal giovane compositore romano Davide Parola. I personaggi originali del testo letterario si moltiplicano nella versione per la scena per dare voce, movimento e intensità all’intera narrazione. Diventano personaggi anche le stesse autrici per raccontare il percorso ideativo e la loro scelta narrativa. La forte e complessa personalità di Aspasia è affidata all’interpretazione di più attrici che si alterneranno e si sovrapporranno quasi a voler suggerire alla spettatrice e allo spettatore di oggi che le “qualità” interiori e culturali dell’Aspasia del V secolo a.C. appartengono in potenza a ciascuna donna contemporanea e possono oggi continuare ad essere riscoperte e coltivate.

Le visite guidate

Il programma si completa con visite guidate tematiche al Museo Archeologico Nazionale, presentazioni editoriali e incontri di approfondimento storico che consentiranno di conoscere le due figure femminili protagoniste della rassegna prima della messa in scena degli spettacoli.

Il 6 luglio il programma prevede alle 15.30 una visita guidata al Museo e all’anfiteatro curata dalla direttrice Maria Gatto e alle 17:30 la conferenza di Sandra Beronesi "L’amore nell’antica Grecia: Pericle e Aspasia", seguita dalla presentazione del romanzo "Lei guarda spesso il mare: Aspasia" (Bastogi editore), di Banchi B., Beronesi S., Geppetti S., Petrucci C., Raffaelli I., Savasta C., Taliani L.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Un reading sull’arte e sul bello con le parole di Ivan Bruschi

    • solo oggi
    • 25 settembre 2020
    • Casa Musero Ivan Bruschi
  • Laboratori Permanenti prosegue l'ampliamento della sua attività di Residenza Artistica. Spettacolo a Sestino

    • solo oggi
    • Gratis
    • 25 settembre 2020
    • Teatro Pilade Cavallini

I più visti

  • Riapre la mostra "La regola di Piero" di Mimmo Paladino: è visitabile tutti i giorni (gratis)

    • Gratis
    • dal 1 giugno al 30 settembre 2020
    • Varie sedi
  • Banksy incontra Piero con la mostra “Affreschi Urbani” a Sansepolcro

    • dal 19 giugno 2020 al 10 gennaio 2021
    • Museo Civico Sansepolcro
  • I giorni del vino: visite in cantina e iniziative. Il calendario

    • dal 24 giugno al 11 ottobre 2020
  • Cortona On The Move 2020: torna l'evento dedicato alla fotografia. Le date e le info sul tema dell'edizione

    • dal 11 luglio al 27 settembre 2020
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    ArezzoNotizie è in caricamento