OroArezzo, Ubi: "Continuità dei prodotti e sostegno all'internazionalizzazione"

"Il settore orafo, nuove frontiere industriali e ordine internazionale" è il convegno che si è tenuto all'interno di OroArezzo, tenuto da esperti del settore e organizzato da Ubi Banca. Ne è emerso un quadro positivo e in evoluzione. Il settore...

conv.ubi8

"Il settore orafo, nuove frontiere industriali e ordine internazionale" è il convegno che si è tenuto all'interno di OroArezzo, tenuto da esperti del settore e organizzato da Ubi Banca. Ne è emerso un quadro positivo e in evoluzione.

Il settore orafo gioielliero si presenta in vivace crescita. Le esportazioni di gioielleria infatti hanno raggiunto nel 2017 il tetto di 7 mld di euro, 12% in più rispetto al 2016. La piazza di Arezzo mostra una dinamica positiva, con un incremento export nel 2017 del 5,5 %.

La geografia dei mercati internazionali di riferimento ha mostrato, nell’ultima parte dell’anno, una contrazione dei flussi verso gli Emirati Arabi. Si stanno invece affermando altri importanti mercati, quali Hong Kong, Turchia e Stati Uniti le cui dinamiche hanno più che compensato l’andamento del mercato mediorientale. L’introduzione di dazi doganali rappresenta un importante elemento di discontinuità per la manifattura orafa nazionale, in particolare per il distretto di Arezzo. Questo, associato a facilitazioni che alcuni paesi, quali ad esempio la Turchia, offrono agli operatori del settore, stanno “ridisegnando” la mappa della “domanda di oreficeria”.

Il convegno si è aperto con i saluti di benvenuto di Silvano Manella, responsabile Macro area territoriale Lazio, Toscana e Umbria di UBI Banca, che ha introdotto l’intervento di Rossella Leidi, vice direttore generale di UBI Banca volto ad illustrare il sostegno della banca al settore orafo. Ha fatto seguito la tavola rotonda “I dazi internazionali e l’impatto sul comparto orafo” alla presenza di esperti in commercio internazionale e docenti universitari, oltre a noti esponenti nazionali di categoria come la Presidente di FederOrafi Ivana Ciabatti.

L’iniziativa si inserisce nel più ampio contesto di impegno del Gruppo UBI a continuare a svolgere il ruolo di player del mercato orafo, affiancando le imprese del settore con un’offerta specialistica dedicata e con supporto consulenziale evoluto sulle aree di maggior rilevanza strategica quali ad esempio internazionalizzazione, welfare, gestione rischi, finanza straordinaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento