Economia Caprese Michelangelo

Imprese vincenti, azienda aretina partecipa al programma di Intesa San Paolo

Barrese: "Questa tappa di Imprese Vincenti guarda alla grande capacità delle nostre Pmi di differenziare le proprie produzioni e di inserirsi nei mercati esteri"

La vocazione all’internazionalizzazione e la capacità di posizionarsi sui mercati esteri sono i temi della seconda tappa del digital tour di “Imprese Vincenti 2021”, il programma di Intesa Sanpaolo per la valorizzazione delle piccole e medie imprese italiane, giunto quest’anno alla terza edizione.
Inaugurato lo scorso 15 settembre, il programma Imprese Vincenti ha selezionato quest’anno 112 aziende
concentrando l’attenzione sui fattori di successo delle PMI in questo particolare contesto economico segnato
dagli effetti della pandemia. Nella tappa odierna, dedicata all’Internazionalizzazione, vengono presentate
14 PMI vincenti per le strategie di internazionalizzazione sviluppate in questo particolare contesto  economico: Caen Els (Viareggio), Coolshop (Torino), Degrea (Padova), Del Morino (Arezzo), Elleci (Latina), Esse-Ci (Padova), Esteco (Trieste), Global Display Solutions (Vicenza), Gottifredi Maffioli (Novara), ICS
(Pavia), Kronn (Padova), Mario Bongio (Novara), Teco (Trani) e Val Giovanni e Figli (Torino).

Del Morino si occupa della produzione di attrezzature agricole per la coltivazione e il giardinaggio. La tecnologia è un punto di forza dell'azienda, vengono reinvestiti ogni anno circa il 40% degliutili. Da quando arrivarono dalla Cina i primi prodotti di scarsa qualità e nessuno standard produttivo, l’azienda scelse di puntare invece sull’industrializzazione e automatizzazione dei processi produttivi.

Dall’avvio di Imprese Vincenti, nel 2019, sono state quasi 10.000 le imprese coinvolte nelle candidature,
con un trend crescente di adesione, a conferma della vivacità delle PMI e della voglia di partecipazione
nonostante la fase di difficoltà connessa alla pandemia. Mentre l’edizione 2020 ha evidenziato la capacità
delle imprese di gestire la fase di difficoltà e resistere alla crisi, Imprese Vincenti 2021 si concentra sul tema
del rilancio e punta alla centralità del sistema delle imprese come motore della ripartenza del Paese.
Leve strategiche per questo obiettivo sono soprattutto quei fattori intangibili che rappresentano i driver
della crescita del Paese, in linea con il Programma Motore Italia lanciato da Intesa Sanpaolo a marzo di
quest’anno e riconducibili alle missioni del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza: capacità di innovare,
digitalizzazione, sviluppo del capitale umano, progetti di transizione sostenibile, vocazione internazionale,
legame con il territorio e capacità di sviluppare rapporti di filiera. A questi fattori si aggiungono i settori
delle imprese non profit – sempre più fattore di coesione sul territorio e veicolo della finanza di impatto - e dell’agroalimentare, comparto prioritario sul PIL del Paese e la cui centralità nell’equilibrio socio- economico è apparsa ancor più determinante durante la crisi pandemica.

Con Imprese Vincenti 2021 viene confermata la collaborazione tra Intesa Sanpaolo e i Partner di progetto -
Bain&Company, Elite, Gambero Rosso, Cerved e Microsoft Italia, a cui quest’anno si sono aggiunti
Nativa, Circularity e Coldiretti. La tappa odierna, dedicata all’Internazionalizzazione, ha visto la presenza
dei partner di progetto Cerved - che in qualità di partner tecnico già dalla scorsa edizione, collabora nella
selezione delle Imprese Vincenti con dati e score - ed Elite che metterà a disposizione delle aziende di
Imprese Vincenti strumenti di advisory dedicati al reperimento di fonti di finanza alternativa a supporto della
crescita e all’identificazione di possibili linee guida per lo sviluppo strategico tramite il continuo confronto su
best practice internazionali con la community degli imprenditori e investitori Elite.
L’internazionalizzazione è uno strumento determinante per il rilancio del Paese e per lo sviluppo delle imprese, che Intesa Sanpaolo pone tra gli elementi fondanti del piano Motore Italia per le PMI e uno dei pilastri degli interventi sviluppati a favore della loro crescita. Oltre agli interventi di natura finanziaria, Intesa Sanpaolo offre assistenza qualificata grazie a più di 300 persone, presenti su tutto il territorio nazionale e dedicate al supporto specialistico alle imprese, oltre ad una rete internazionale presente in circa 40 Paesi.
Intesa Sanpaolo mette inoltre a disposizione un network di esperti partner italiani ed esteri che garantiscono
copertura in oltre 160 Paesi nel mondo ed offrono alle aziende consulenza legale e fiscale, analisi dei mercati e ricerca partner, affiancando le imprese italiane nei paesi di destinazione ed aiutandole a sviluppare nuove opportunità di business all’estero, anche nei mercati più complessi.
Il supporto alle PMI nei processi di internazionalizzazione e di sviluppo dell’export – offerto dal Gruppo alle
imprese sia in Italia che all’estero – si sviluppa inoltre attraverso un’assistenza qualificata ed un’ampia offerta di prodotti e servizi, in partnership con le istituzioni quali ICE e Sace e Simest, oltre che al mondo associativo e alle Camere di Commercio. Dall’avvio dell’operatività Intesa Sanpaolo ha erogato finanziamenti a supporto all’internazionalizzazione per oltre 1,2 miliardi di euro.
Per aiutare le imprese nella fase del rilancio, il ruolo della Banca è anche quello di offrire processi di formazione e informazione alle aziende nel conoscere le opportunità di sviluppo nei paesi esteri, oltre che favorire missioni all’estero delle imprese clienti per conoscere partner internazionali.
Stefano Barrese, Responsabile Divisione Banca dei Territori Intesa Sanpaolo: "I mercati esteri hanno da
sempre rappresentato un importante motore di crescita per l’industria italiana, sia in termini di export
che di investimenti produttivi e commerciali. Questa tappa di Imprese Vincenti guarda alla grande
capacità delle nostre PMI di differenziare le proprie produzioni e di inserirsi nei mercati esteri, seguendo
una vocazione internazionale che è stata ed è tuttora vitale e vincente per il rilancio dell’economia del
Paese e dei singoli territori. Se oggi l’export è in forte ripresa lo dobbiamo alle aziende che hanno
mantenuto fede a questa vocazione, anche durante la pandemia, rivoluzionando la propria organizzazione
e il proprio business, puntando sulla ripartenza delle esportazioni e ponendo l’Italia in una situazione di
vantaggio rispetto a molti paesi concorrenti".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese vincenti, azienda aretina partecipa al programma di Intesa San Paolo

ArezzoNotizie è in caricamento