Omissione pagamenti contributi Cometi: arriva l'assoluzione per Piero Mancini e sua figlia

Assolti Piero Mancini e sua figlia dalle accuse riguardanti gli omessi versamenti dei contributi ai dipendenti nel periodo in cui si erano avvicendati alla presidenza della Cometi di Sansepolcro. I due, secondo il tribunale aretino, non hanno...

MANCINI

Assolti Piero Mancini e sua figlia dalle accuse riguardanti gli omessi versamenti dei contributi ai dipendenti nel periodo in cui si erano avvicendati alla presidenza della Cometi di Sansepolcro.

I due, secondo il tribunale aretino, non hanno commesso il fatto e per questa ragione il giudice Faltoni de tribunale di Arezzo ha scelto di disporre l'assoluzione dalle accuse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La tesi sostenuta dalla difesa dei Mancini, entrambi all'epoca dei fatti presidenti del cda dell'azienda biturgense, ha puntato l'attenzione sul fatto che l'impresa era gestita da un amministratore delegato a cui spettava decidere in autonomia sui pagamenti. Gli avvocati difensori hanno inoltre prodotto gli estratti conto bancari relativi ai mesi in cui i contributi ai dipendenti non erano stati pagati. In quelle carte emerge come l'azienda avesse la disponibilità economica necessaria ad effettuare i bonifici. Dunque incomprensibili, sempre così come sostenuto dalla difesa, le ragioni dei mancati versamenti.

Elementi che hanno convinto il giudice del fatto che Mancini e figlia fossero all'oscuro di questa situazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento