menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Offre un passaggio ad un'autostoppista, derubato con la tecnica dell'abbraccio: 24enne denunciata

La vicenda risale a questa estate, i carabinieri sono riusciti a dare un nome e un volto alla donna, una 24enne romena, con svariati precedenti alle spalle

Autostoppista con la "tecnica dell'abbraccio" deruba un uomo. I fatti risalgono alla scorsa estate quando un libero professionista di San Giovanni Valdarno, mentre percorreva a bordo della propria auto le strade di Terranuova Bracciolini, notò una donna che faceva l'autostop. Non esitò a darle un passaggio, ma prima di scendere dall'auto la donna lo derubò di tutto quello che di prezioso aveva con sé. Dopo approfonditi accertamenti investigativi, gli uomini dell’Arma sono riusciti a dare un nome e un volto alla donna.

I carabinieri sono riusciti a posizionare l’ultima tessera di un complesso puzzle, che avevano iniziato a comporre ad agosto, quando la donna ringraziò calorosamente l’uomo, abbracciandolo ripetutamente e profondendosi in riverenze di ogni genere. 

Come spesso accade, in situazioni del genere, la vittima inizialmente non prese nessuna precauzione, colta semplicemente dall’imbarazzo per l’incontenibile gratitudine della donna. Dopo pochi minuti, però, quando questa si era già allontanata, l’amara sorpresa: l’uomo si rese conto infatti che la donna aveva approfittato dello stretto contatto per derubarlo di tutto quello che di prezioso aveva con sé, compresi monili e un orologio, del valore di alcune migliaia di euro.

A quel punto, il malcapitato si rivolse ai carabinieri di Terranuova Bracciolini. I militari dell’Arma si sono quindi subito attivati, ascoltando alcuni testimoni e perlustrando palmo a palmo le vie del centro cittadino, al fine di raccogliere le immagini video della zona in cui era transitata l’auto del malfattore. Poco a poco, col passare delle settimane, le tessere del puzzle hanno quindi iniziato a ricomporsi. Dall’analisi dei video e di alcuni frame, i carabinieri sono risaliti al volto ed al nominativo della donna, una 24enne romena con analoghi, svariati precedenti alle spalle. Che stavolta, però, è stata identificata e denunciata all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà per furto aggravato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

social

L'opera in cui c'è la città di Arezzo dietro al Cristo crocifisso. E la storia della chiesa che la ospita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Anche a Monte San Savino si può firmare per la "Legge antifascista"

  • Psicodialogando

    I 7 segnali della violenza psicologica nella vita di coppia

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento