Carabinieri controllano la movida e arrestano due spacciatori. A Bibbiena in corso un rave

200 persone identificate, 50 cittadini stranieri controllati, 2 clandestini arrestati, 10 esercizi pubblici ispezionati, ed inoltre 150 veicoli controllati, 12 violazioni al Codice della Strada accertate, 5 documenti di guida ritirati. È il...

carabinieri_notte2

200 persone identificate, 50 cittadini stranieri controllati, 2 clandestini arrestati, 10 esercizi pubblici ispezionati, ed inoltre 150 veicoli controllati, 12 violazioni al Codice della Strada accertate, 5 documenti di guida ritirati.

È il bilancio di 24 ore di attività conseguito dai Carabinieri del Comando Provinciale di Arezzo, grazie all’intensificazione dei servizi di controllo in tutto il territorio della Provincia, per assicurare una “permanenza sicura” a chi resta in città ed una “vacanza serena” a chi ha deciso di trascorrere il fine settimana fuori, lontano dalla propria abitazione.

Sotto la lente del controllo e della prevenzione sono stati passati al setaccio i luoghi della movida nei principali centri della provincia come Arezzo, San Giovanni Valdarno, Cortona, ma soprattutto Bibbiena dove è in corso un rave party che durerà fino al 30 agosto (domani) e dove l'attività si è concentrata per stroncare il fenomeno del Binge Drinking ormai diffuso tra i giovani che può avere anche conseguenze letali e spesso abbinato all'uso di droghe, come recentemente accaduto in diverse località del territorio nazionale.

I soggetti tratti in arresto sono un tunisino ed un marocchino entrambi 30enni, spacciatori, sorpresi in flagranza di reato. L’attività condotta dal Nucleo Investigativo con l’ausilio dei Carabinieri del Nucleo Cinofili di Firenze attraverso l’impiego di cani addestrati per la ricerca di armi, esplosivi e di droga ha consentito, al termine della perquisizione presso l’abitazione nella quali i due domiciliavano, di rinvenire venti grammi circa tra cocaina ed eroina già suddivisa in dosi, un bilancino elettronico di precisione, un coltello ed altro materiale per la suddivisione ed il confezionamento dello stupefacente, oltre a 2000 € circa in contanti, ritenuti provento dell’attività di spaccio, posti sotto sequestro. Per entrambi gli extracomunitari sono state avviate le procedure di espulsione dal territorio nazionale.

Il vasto dispositivo di controllo che ha visto impiegati 5 Ufficiali, 20 Sottufficiali e 18 tra Appuntati e Carabinieri, con l’utilizzo di 20 mezzi dotati di livrea istituzionale, ha fatto capo alla Centrale Operativa Provinciale, centro di coordinamento e controllo dei Carabinieri e sede anche degli operatori del “112”, il numero telefonico di emergenza a cui tutti possono rivolgersi per ogni evenienza.

Durante tutta la durata del servizio sono state incrementate le pattuglie su strada, con il compito specifico di prevenire e contrastare le forme di criminalità diffusa soprattutto nelle ore notturne, i furti in appartamento e le rapine, e intensificati i controlli alla circolazione stradale, sia diurni che notturni, con l’attuazione di numerosi posti di controllo e l’effettuazione di test per accertare l’idoneità psicofisica dei conducenti, uno dei quali è stato deferito all’Autorità Giudiziaria poiché positivo agli accertamenti etilometrici.

Nel centro storico, nei luoghi turistici ed a bordo dei mezzi pubblici sono stati potenziati i tradizionali servizi svolti per contrastare i borseggiatori, così come nella stazione ferroviaria, dove i Carabinieri erano presenti per contrastare ogni forma di degrado.

All’attività di controllo hanno dato un contributo qualificato anche il Nucleo Anti Sofisticazione di Firenze ed il Nucleo Ispettorato del Lavoro di Arezzo, che hanno passato al setaccio diversi esercizi pubblici di Arezzo, San Giovanni Valdarno e Cortona, elevando numerose sanzioni amministrative in relazione alle precarie condizioni igieniche riscontrate nei locali ed in materia di assunzioni irregolari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Durante lo stesso servizio di controllo del territorio i militari dell’Arma, hanno denunciato in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Arezzo, un 19enne catanese trovato in possesso di un coltello di genere vietato e sono state segnalate inoltre alla Prefettura tre persone per detenzione di modiche quantità di sostanze stupefacenti.

2 sono le contravvenzioni elevate in ottemperanza al Regolamento di polizia urbana, nei confronti di una prostituta e del suo cliente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento