Cronaca

Agente aggredito. Il sindacato Csa: "Maggiori tutele per i 'vigili' oppure ci mobiliteremo"

"Non vorremmo mai che i lavoratori della Municipale di Arezzo, per fatti accaduti in servizio, debbano ancora ricorrere agli avvocati, pagandoseli di tasca propria"

"Tirare in faccia ad un lavoratore in divisa una bottiglia di vetro non può essere considerato un fatto da sottovalutare". È il segretario toscano del sindacato Csa, Andrea Sedicini, ad intervenire pubblicamente in seguito all'ultimo episodio verificatosi ad Arezzo nello scorso fine settimana che, come noto, ha visto un agente ferito dopo aver ricevuto una bottiglia in faccia tiratagli contro da un 20enne ubriaco. "Un fatto deprecabile - continua il segretario - tanto più perché, chi indossava quella divisa, per legge dello stato italiano, non potrebbe (e non dovrebbe) svolgere funzioni di ordine pubblico. Ormai nelle maggiori città italiane (anche se su Arezzo e provincia non sono mai mancate le sinergie fra le varie forze di polizia) va di moda da parte di molti sindaci, utilizzare le municipali-locali per compiti che, per legge, sarebbero di competenza di polizia di Stato, carabinieri e Guardia di Finanza poiché sempre più spesso tali attività sfociano in problematiche di ordine pubblico. Peccato però che i sindaci poco o niente possano decidere su come utilizzare le altre divise. Ed allora, nell’epoca del spot mediatico a breve termine e dei post sui social, sempre più spesso alcuni sindaci mandano allo sbaraglio i cosiddetti “vigili”. In alcune città i servizi relativi alla movida notturna ed i controlli anti Covid vengono svolti da personale misto delle varie divise in altre città purtroppo no. Troppo facile trincerarsi dietro la qualifica di polizia giudiziaria che sta nelle qualifiche dei “vigili”, nascondendosi dietro ad un dito. Ci auguriamo che non sia il caso di Arezzo. Le problematiche della mancanza di personale nella Municipale e della mancanza di tutele legali, invece, sembrano attanagliare anche questo capoluogo. Il sindacato Csa ad Arezzo ha sempre vinto le cause contro l’amministrazione. Pertanto ci auguriamo di non dover ricorrere ancora una volta alla mobilitazione e ricorrere alla vie legali, ma soprattutto non vorremmo mai che i lavoratori della Municipale di Arezzo, per fatti accaduti in servizio, debbano ancora ricorrere agli avvocati, pagandoseli di tasca propria".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agente aggredito. Il sindacato Csa: "Maggiori tutele per i 'vigili' oppure ci mobiliteremo"

ArezzoNotizie è in caricamento