Affaire "fagiani d'oro", oggi la sentenza: tutti assolti

Si è concluso con l'assoluzione di tutti gli imputati l'affaire "Fagiani d'oro". Questa mattina il giudice Borraccia ha pronunciato la sentenza. La procura di Arezzo aveva chiesto pene da un anno e qualche mese. La pm Julia Maggiore riteneva...

fagiani

Si è concluso con l'assoluzione di tutti gli imputati l'affaire "Fagiani d'oro". Questa mattina il giudice Borraccia ha pronunciato la sentenza.

La procura di Arezzo aveva chiesto pene da un anno e qualche mese. La pm Julia Maggiore riteneva infatti che nella gara d’appalto per l’acquisto di migliaia di fagiani usati per rimpolpare la fauna venatoria dell’Atc si fossero verificate irregolarità: dal prezzo dei singoli animali, giudicato eccessivo, al fatto che la gara fosse stata costruita per agevolare una ditta in particolare. I fatti contestati risalgono al triennio tra il 2010 e il 2013. Per il titolare dell’azienda fornitrice erano stati chiesti un anno e 4 mesi, un anno per il segretario generale della Provincia di Arezzo all'epoca dei fatti e altrettanto per il presidente dell’Atc che in quel periodo era Giorgio Kwiatovksi, alcuni mesi per gli altri componenti dell’Atc, l’ambito territoriale di caccia. Oggi la decisione del giudice: tutti assolti, nessun reato.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento