Psicodialogando

Psicodialogando

I 4 motivi che spingono una donna verso l'uomo di potere

Da un punto di vista psicologico che cosa porta ad avvicinarsi a questi uomini? Perché nell’immaginario femminile possono rappresentare una buona meta? L'analisi della psicoterapeuta Barbara Fabbroni

Gianluca è un uomo maturo. Affascinante.

Presidente in un importante gruppo finanziario, con sede a Londra. Un matrimonio alle spalle. Un figlio ormai grande che vive a Parigi. Varie storie incastonate in qualche mese di euforia per poi cadere nel nulla. Affetti mordi e fuggi che non lasciano tracce. Servono solo per dare un riempimento a spazi liberi.

Tante volte si è ritrovato a pensare che la stabilità sarebbe stata importante. Ne ha bisogno. Vorrebbe incontrare una persona per cui valga la pena impegnarsi totalmente. Ha voglia e bisogno di innamorarsi scacciando la paura che possa essere un amore annebbiato dalla sua posizione economica-sociale. Fino ad oggi è sempre stato così.

Antonia è giovane, la metà dei suoi anni. Spensierata. Una carica vitale da far invidia a chiunque. Fresca di laurea in management internazionale. Alla sua prima esperienza di lavoro. Desidera il successo. Vuole emergere dalla normalità. È ambiziosa. Molto ambiziosa.

Bella. Intelligente. Determinata. Sicura di sé. Parla correttamente tre lingue.

Svolge uno stage all’interno del suo ufficio. S’innamora perdutamente di lui. Un amore a cinque stelle. Uno tsunami di passione e desiderio.

Sei mesi particolari. Intensi. Straordinari.

Uno sguardo rubato in un freddo mattino di dicembre. Cupido scocca come un fulmine nel cielo la sua freccia.

Ed è amore…. Almeno così sembra.

È amore? Lui ha i soldi! Successo. Non può essere amore? Lei è scaltra! Pensano i più, guardandoli con una smorfia di disapprovazione.

Il figlio di lui non approva la scelta del padre. Discutono. Antonia potrebbe essere sua sorella minore.

Eppure, nonostante le mille difficoltà e la disapprovazione di tutti, vanno a convivere.

È una coppia affiatata. Lei è felice. Ha raggiunto parte del suo progetto. Sembra aver trovato il giusto posto in questo mondo così lontano dalle sue origini. Hanno una vita sociale molto appagante.

Lui si sente ancora più vincente. Una giovanissima donna al suo fianco. Tutti guardano con interesse e invidia. Così lui crede.

Gianluca è preso dal suo lavoro. Ha impegni sempre più pressanti. Si sposta da un continente all’altro. A volte sta intere settimane lontano da casa.

Antonia organizza la sua vita tra amiche, estetista, parrucchiere, shopping e pranzi leggeri al circolo del golf.

Può spendere cifre consistenti togliendosi lo sfizio di ogni minimo desiderio. Vacanze bellissime. Luoghi incantati.

Al lavoro nessuno le dice nulla. È la compagna del Presidente, a lei è concesso tutto.

È una vita all’apparenza perfetta. Antonia farà carriera nonostante il poco impegno. Raggiungerà i suoi obiettivi. Si sente forte e determinata anche se il suo mondo è un mondo svuotato.

Vive all’interno di una girandola avvolta dall’avere perdendo così la consistenza e l’essenza dell’essere a due.

Perdona tutto a Gianluca. Non vuole perderlo. Non vuole smarrire la sua posizione tanto che accetta qualsiasi cosa. Vive un’intimità non soddisfacente. Le va bene dividerlo con altre avventure mordi e fuggi. Lui è sempre stato così. Un farfallone a cui piace svolazzare qua e là tenendo a casa la base sicura.

Innamorarsi di un uomo più grande, con una carriera brillante, una solida posizione economico-finanziaria, è comune più di quanto si pensi.

Di storie come queste possiamo trovarne tante. Sono vite costruite con fondamenta differenti dall’amore. Hanno alla base motivi che nascono dai vissuti personali, dalle esperienze passate, da bisogni interiori di riscatto.

Per quale motivo le donne più o meno giovani ricercano l’uomo di potere? Le ragioni possono essere tante. L’uomo di potere offre solidità. Sicurezza economica. Sembra capace di ascoltare. Dà l’idea di avere una buona esperienza di vita. Tutto questo è vissuto in maniera rassicurante.

Al tempo del mondo di internet è facile incontrare coppie, dove lui è un uomo di potere e lei una donna molto giovane, attraente, piena di fascino che senza dubbio sa il fatto suo.

Che sia il capo, il professore universitario, il maestro di tennis (l’incubo di ogni marito), lo sportivo di successo, le celebrities, infatuarsi dell’uomo di potere è molto facile.

Da un punto di vista psicologico che cosa porta ad avvicinarsi a questi uomini?

Perché nell’immaginario femminile rappresentano una buona meta?

  1. Bisogno di protezione – Molte donne confondono il bisogno di protezione per amore. Si sentono sicure vicine a uomini di successo, per loro sono una base di sicurezza fondamentale.
  2. Esperienza e capacità di ascolto – L’uomo di potere appare come punto di riferimento. Un omogenizzato paterno. È una persona che stimola l’idea che possa avere cura, sia capace di ascoltare e guidare verso un percorso migliore.
  3. Sicurezza economica – La sicurezza economica per molte donne è la soluzione ottimale nella vita. Sono capaci di passare sopra a qualsiasi limite del proprio partner e a perdonare qualsiasi cosa pur di avere la possibilità di gestire importanti somme di denaro come desiderano. Realizzano così ogni capriccio. I soldi sono sicurezza e agio, offrono una vita apparentemente senza pensieri.
  4. Ammirazione – La profonda ammirazione verso l’uomo di potere è ciò che porta molte donne a innamorarsi.

La psicologa consiglia il libro: L’amore, forse di Barbara Fabbroni.

La psicologa consiglia il film: Un amore a cinque stelle di Wayne Wang.

La psicologa consiglia il motto: Il potere non è amare ma possesso.

Psicodialogando

Da anni coltiva la passione per la scrittura. È psicologa, psicoterapeuta, giornalista. Oltre a numerosi saggi premiati con premi letterari prestigiosi (ricordiamo solo alcuni: premio per la saggistica Cesare Pavese e Tagete), articoli scientifici pubblicati nelle riviste scientifiche internazionali di psicologia, scrive da anni romanzi. Il romanzo “Coach in Love” è stato premiato al Festival del Cinema di Taormina, lo stesso sarà un film. Da più di sei anni presta la sua penna a Magazine Nazionali di prestigio con le sue rubriche settimanali che riscuotono un significativo successo. Negli ultimi anni è altresì penna attenta e al tempo stesso profonda per interviste esclusive a Vip Nazionali e Internazionali. Volto noto in programmi televisivi come LA7, La vita in Diretta, La vita in Diretta estate, Storie Italiane, su Rai Uno si interessa di moda ed è opinionista e giornalista

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Secondo me, al potere è sempre associata una robusta carta di credito, e il motivo si risolve ad uno solo, il denaro.

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento