Sabato, 31 Luglio 2021
ArezzoNotizie

Opinioni

ArezzoNotizie

Redazione ArezzoNotizie

l'Orgoglio Amaranto coinvolge la città

Le prese in giro da parte di imprenditori e presunti tali provenienti dall'area romana è difficile da buttare giù; lo è per gli sportivi vicini all'Arezzo, ma anche per gli aretini in generale, punti nell'orgoglio come non mai. L'Arezzo è alle...

OrgoglioAmaranto_MuseoAmaranto_12

Le prese in giro da parte di imprenditori e presunti tali provenienti dall'area romana è difficile da buttare giù; lo è per gli sportivi vicini all'Arezzo, ma anche per gli aretini in generale, punti nell'orgoglio come non mai.

L'Arezzo è alle porte del fallimento e quel che si prospetta è chiuderla qui, lasciando il campionato e il titolo sportivo, oppure portare in fondo la stagione con un esercizio provvisorio che per essere concesso ha bisogno di fondi tanti quante le spese da qui a fine stagione.

Una parte di queste spese, che complessivamente è ragionevole quantificare in circa un milione, può venire dall'escussione della polizza fidejussoria per 350000 euro prestata a suo tempo dall'ex presidente Ferretti; un'altra quota è ricavabile dalla vendita dei biglietti.

Orgoglio Amaranto, detentore dell'uno per cento delle quote della società, ha pensato di aprire una sottoscrizione tra gli sportivi e i piccoli imprenditori locali.

Si tratta di contributi previsti in tagli che vanno da 10 a 1000 euro. Oltre questa cifra l'interlocutore dovrà essere necessariamente l'amministrazione comunale.

Per la sottoscrizione è stato aperto un C/C bancario che in meno di mezza giornata ha già visto versamenti per somme importanti. Intanto le spese per la trasferta di Olbia, con relative spese di Aereo e albergo, è stata ampiamente coperta.

La squadra, visto che si sta seguendo la strada auspicata qualche giorno fa, sembra disposta a rimangiarsi lo sciopero e a continuare il campionato almeno fino al 15 marzo, data fissata per l'udienza che dovrebbe decretare formalmente il fallimento e dare il via all'iter che prevede la nomina di un curatore e di un commissario per l'esercizio provvisorio.

C'è quindi bisogno dell'impegno di tutti per dimostrare che Arezzo non ha bisogno di avventurieri forestieri per salvare la sua squadra e il proprio onore.

Tutti a sottoscrivere nei punti vendita convenzionati (tra i quali spicca la tabaccheria di piazza San Donato, ma si stanno accodando in molti) e... Forza Arezzo!

Gallery

Si parla di

l'Orgoglio Amaranto coinvolge la città

ArezzoNotizie è in caricamento