rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
ArezzoNotizie

ArezzoNotizie

Redazione

BLOG | Orbiting: quando il partner "ti segue", ma non ti vede

In questo articolo, esploreremo il concetto di orbiting, il profilo psicologico dell'orbiter e della vittima, e come affrontare questa problematica. Di Barbara Fabbroni

Nell'era digitale e nell'epoca dei social media, le relazioni amorose e interpersonali hanno subito una trasformazione significativa. Le dinamiche e le sfaccettature delle relazioni si sono evolute, e ciò ha portato alla comparsa di nuovi comportamenti e fenomeni sociali. Uno di questi fenomeni è l'orbiting, un termine che descrive una forma di coinvolgimento ambiguo e apparentemente interattivo tra due individui. In questo articolo, esploreremo il concetto di orbiting, il profilo psicologico dell'orbiter e della vittima, e come affrontare questa problematica.

Cos'è l'Orbiting?

L'orbiting è un termine coniato recentemente per descrivere una dinamica di relazione online in cui una persona mantiene una presenza costante sulla vita di un'altra, seguendola e osservandola su piattaforme social, come Instagram, Facebook, o Snapchat, ma senza mai realmente impegnarsi in una comunicazione significativa o in un incontro faccia a faccia. In altre parole, l'orbiter "segue" la persona su queste piattaforme, ma in realtà non partecipa attivamente alla sua vita o alla sua relazione.

Questo comportamento può essere particolarmente frustrante e confuso per la persona "orbitata", poiché può dare l'impressione che l'orbiter sia ancora interessato o coinvolto, ma in realtà non sta investendo tempo ed energia nella relazione in modo significativo. L'orbiting può essere visto come un'evoluzione della ghosting, una pratica in cui una persona scompare improvvisamente dalla vita di un'altra senza spiegazioni.

Le Caratteristiche Chiave dell'Orbiting:

1. Presenza Costante sui Social Media: L'orbiter è attivo sulle piattaforme di social media dell'altra persona e osserva regolarmente le sue attività, come foto, aggiornamenti di stato e storie.

2. Assenza di Coinvolgimento Significativo: Nonostante la presenza online, l'orbiter evita di impegnarsi in conversazioni significative o di comunicare in modo diretto con l'altra persona.

3. Manca un Impegno Reale: Non vi è alcun tentativo da parte dell'orbiter di stabilire o mantenere una connessione nella vita reale, come organizzare un incontro o comunicare al di fuori delle piattaforme social.

4. Ambiguità nelle Intenzioni: L'orbiter può sembrare ambiguo nelle sue intenzioni, lasciando la persona orbitata confusa riguardo ai suoi sentimenti o alle sue intenzioni.

Il Profilo Psicologico dell'Orbiter

L'orbiter può essere una figura complessa con una serie di motivazioni e caratteristiche psicologiche. Non esiste un unico profilo di orbiter, ma ci sono alcune tendenze e tratti comuni che possono emergere in queste dinamiche. Ecco alcuni aspetti chiave del profilo psicologico dell'orbiter:

L'Incubo dell'Impegno:

Gli orbiter possono essere spinti da una paura dell'impegno o da una difficoltà nell'affrontare le dinamiche relazionali complesse. Preferiscono mantenere una certa distanza emotiva e fisica, evitando così la responsabilità di una relazione vera e propria.

L'Interesse Narcisistico:

Alcuni orbiter possono essere guidati dall'interesse narcisistico, trovando gratificazione nell'osservare la vita degli altri senza dover offrire nulla in cambio. Questa dinamica può alimentare il loro senso di auto-importanza.

La Paura del Rifiuto:

Gli orbiter possono avere una paura profonda del rifiuto o dell'abbandono. Mantenendo una presenza online costante, si sentono in grado di evitare la sensazione di essere "abbandonati" completamente.

La Mancanza di Abilità Comunicative:

Alcuni orbiter possono avere difficoltà nelle abilità comunicative o nell'esprimere i propri sentimenti. Mantenere una relazione puramente digitale può sembrare più sicuro o meno impegnativo.

La Vittima Oggetto di Orbiting:

Da parte sua, la persona "orbitata" può trovarsi in una posizione difficile e confusa. Essa potrebbe inizialmente percepire l'orbiting come un segno di interesse continuo da parte dell'altro individuo, ma nel tempo potrebbe rendersi conto della mancanza di coinvolgimento reale. Le sensazioni di frustrazione, confusione e insicurezza possono emergere in una persona che è vittima di orbiting.

Reazioni Comuni alla Vittima di Orbiting:

1. Confusione: La persona orbitata può sentirsi confusa riguardo alle intenzioni dell'orbiter, poiché la presenza online può sembrare indicativa di interesse, ma in realtà manca il coinvolgimento reale.

2. Frustrazione: Nel tempo, la frustrazione può aumentare a causa della mancanza di comunicazione significativa o della mancanza di impegno nell'approfondire la relazione.

3. Senso di Inadeguatezza: La persona orbitata potrebbe iniziare a sentirsi inadeguata o indesiderata, poiché l'orbiting può farla sentire come se non fosse abbastanza interessante per suscitare un coinvolgimento reale.

4. Riflessioni Sulla Propria Autostima: Questa esperienza può portare la persona orbitata a riflettere sulla propria autostima e sulla propria dignità, in quanto può mettere in dubbio il proprio valore.

Come Affrontare l'orbiting: affrontare l'orbiting può essere una sfida emotiva, ma esistono passi che una persona può intraprendere per affrontare questa dinamica in modo sano ed empatico. Ecco alcune strategie da considerare sia per la persona orbitata che per l'orbiter:

Per la Persona Orbitata:

1. Comunicare Apertamente: Se sospetti di essere vittima di orbiting, cerca di comunicare apertamente con l'altro individuo. Esprimi le tue aspettative e le tue necessità in modo chiaro.

2. Imposta Limiti: Se l'orbiting continua nonostante le tue comunicazioni, considera l'opzione di impostare dei limiti o di bloccare l'altro individuo su piattaforme social, se necessario per proteggere la tua salute emotiva.

3. Cerca Supporto: Parla con amici, familiari o uno psicologo per condividere le tue esperienze e ricevere supporto emotivo.

Per l'Orbiter:

1. Rifletti Sulle Tue Intenzioni: Prenditi del tempo per riflettere sulle tue intenzioni e sulle ragioni alla base del tuo comportamento di orbiting. Cerca di comprendere se ciò che stai facendo è giusto o se è dannoso per entrambe le parti.

2. Comunicazione Onesta: Se desideri mantenere una connessione significativa con l'altra persona, considera l'opportunità di comunicare apertamente e sinceramente riguardo alle tue intenzioni e ai tuoi sentimenti.

3. Cerca Aiuto Professionale: Se il comportamento di orbiting è sintomatico di problemi più profondi, come la paura dell'impegno o la mancanza di abilità comunicative, cerca aiuto professionale da uno psicologo o terapeuta.

Conclusioni

L'orbiting rappresenta una complessa dinamica di relazione online che può generare confusione, frustrazione e insicurezza per la persona coinvolta. È importante per entrambe le parti della dinamica cercare una comunicazione aperta e sincera per affrontare questa problematica. La persona orbitata può esprimere le sue necessità e i suoi limiti, mentre l'orbiter può riflettere sulle proprie intenzioni e cercare supporto professionale se necessario. In ultima analisi, il benessere emotivo e la chiarezza nelle relazioni sono essenziali per costruire legami significativi e sani.

Si parla di

BLOG | Orbiting: quando il partner "ti segue", ma non ti vede

ArezzoNotizie è in caricamento