Arezzo - Il recupero della parte degradata del Pionta

Chi legge queste rubriche sa che mi sono occupato recentemente del degrado in cui versa il parco del Pionta di Arezzo nella zona intorno agli edifici del dipartimento aretino dell'Università di Siena. Stavolta faccio mia la parte finale di una...

Pionta 7-2

Chi legge queste rubriche sa che mi sono occupato recentemente del degrado in cui versa il parco del Pionta di Arezzo nella zona intorno agli edifici del dipartimento aretino dell'Università di Siena.

Stavolta faccio mia la parte finale di una nota dei gruppi consiliari del PD e di Arezzo In Comune, che si rivolgono al vicesindaco Gamurrini nel modo che segue:

"Ricordiamo al Vicesindaco che deve agire sulla base di un accordo di programma firmato e finanziato tra Comune, Asl e Università, di cui il Comune è ente coordinatore e attuatore, avente per oggetto il Pionta e che è da due anni disatteso. Ricordiamo sempre a Gamurrini i suoi contenuti: un intervento di manutenzione straordinaria di 200.000 euro per sistemare verde e strade, attuato in minima parte, con le strade ancora piene di buche, una manutenzione ordinaria annuale per 50.000 euro mai partita. Ma ciò che è più grave è che non sia stata attuata la parte più significativa dell’accordo, ovvero il rifacimento dell’impianto di illuminazione con 100 punti luce, la realizzazione di un sistema di sicurezza dotato di telecamere e la copertura wi-fi dell’area.

Progetto che la precedente amministrazione ha finanziato nel 2015 e che ancora attende il bando di affidamento dei lavori."

Se quello che scrivono i gruppi consiliari dell'opposizione è vero, e mi risulta che lo sia, mi aggiungo a loro nel richiamo scritto all'attuale amministrazione, anche in vista dell'arrivo al Pionta di un'importante università cinese, che comincerà a collaborare con quella di Siena tra pochi mesi e che potrebbe portare ad Arezzo fior di insegnanti e un bel numero di studenti...

Ricordo che attualmente quello che nell'area in questione è da considerare ben tenuto lo è solo per l'opera esclusiva dell'Università di Siena, e che vista la mancanza di illuminazione, in inverno le studentesse universitarie si organizzano in gruppi per percorrere al buio il viale di accesso alle palazzine del dipartimento aretino dell'UNISI.

Vogliamo finirla con questa vergogna e accogliere degnamente chi sta arrivando e potrebbe arricchire Arezzo in ogni senso?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intervenire per rimuovere il degrado cittadino e aumentare la sicurezza degli aretini è anche e sopratutto compiere azioni come questa...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento