Il primo derby da ex, Dal Canto: "Ad Arezzo stagione stupenda. Nella vita vanno fatte delle scelte"

Dall'addio al primo incrocio da avversario. Il derby di Dal Canto che in Coppa ha esorcizzato il Franchi

Alessandro Dal Canto sul campo Lebole

Dopo quattro mesi le strade dell'Arezzo e di Alessandro Dal Canto tornano ad incrociarsi e, scherzi del destino, oltre ai due di campionato ci sarà anche il derby di Coppa a gettare ulteriore benzina sul fuoco di una separazione che non proprio tutti hanno compreso e ancor meno hanno giustificato quando è arrivata la firma con il Siena.

Un anno in amaranto, 18 vittorie, altrettanti pareggi e 8 sconfitte per un quarto posto da applausi nel campionato della ripartenza dopo il fallimento e la battaglia totale. La semifinale playoff nel primo anno del progetto triennale era inaspettata, ma non lo era l'intenzione di lasciare la panchina dell'Arezzo. Che l'addio fosse nell'aria, che qualcosa fosse cambiato, si era intuito molto prima di quel 27 giugno.

L'uomo dell'ultimo derby vinto a Siena. Questa volta Polidori sarà uno dei tanti ex

L'unico nodo, che ha cancellato i meriti e lati positivi di una stagione che ha portato il Comunale a registrare il tutto esaurito contro il Pisa, è stata la scelta di passare al Siena spiegando che (almeno fino al 17 giugno) non c'erano stati contatti con la Robur. A Dal Canto si può rimproverare il fatto di essere stato un professionista che (pensado solo in chiave aretina) non ha ragionato con il cuore scegliendo come destinazione i rivali bianconeri a distanza di pochi giorni da un addio che non poteva certo passare inosservato. Dalla firma su quel contratto biennale è di fatto partito il conto alla rovescia verso questo primo derby.

Siena-Arezzo non è mai una partita come le altre e non lo sarà nemmeno per Dal Canto che magari terrà dentro di sè tutte le emozioni di una stagione 2018/2019 da applausi.

"Dovremo scendere in campo per tentare di vincere - ha detto il tecnico bianconero come riporta La Nazione di Siena - loro sono una buona squadra non facciamoci ingannare dalla sconfitta con il MonzaSe vinciamo non abbiamo risolto i nostri problemi e se perdiamosarebbe una bella bottadovremo guardare avantiPer me non sarà una gara come le altreE' stata una stagione di altissimo livelloSono stato benissimosono stato trattato benissimosono stato professionalissimo in quello che ho fattoIl mio è un lavoro e nella vita dobbiamo fare scelte".

Tra l'altro dopo cinque mesi la maledizione del Franchi è stata esorcizzata, almeno in Coppa con i bianconeri che sono tornati a vincere. Il Siena ha superato per 2-0 il Pontedera con le reti di Guidone e Panizzi conquistando il pass per la fase successiva, quella del 6 novembre. Sarà l'occasione di un altro derby perchè la Robur dovrà vedersela con l'Arezzo, sempre al Franchi, in gara unica: in caso di parità al 90' spazio a supplementari e rigori. Il secondo derby a distanza di nemmeno un mese da quello che andrà in scena domenica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Lieve scossa di terremoto ad Arezzo: epicentro nella zona di Olmo

  • Schianto auto-moto tra Pieve al Toppo e San Zeno: grave 43enne. Strada temporaneamente chiusa

  • Scossa di terremoto nell'Aretino: 2,7 gradi della scala Richter

  • Incidente stradale lungo la Statale 73: tre persone ferite

  • Travolto in piazza Guido Monaco mentre attraversa la strada

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento