Arezzo al lavoro a La Nave sotto lo sguardo di Luca Tremolada

Il fantasista della Virtus Entella ha fatto visita nel pomeriggio alla sua ex squadra. Ad accoglierlo anche il sindaco di Castiglion Fiorentino Mario Agnelli.

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   6 settembre 2016 18:30  |  Pubblicato in Sport, Calcio

Articoli correlati



Sono tornati al lavoro gli amaranto di mister Sottili. Ad inaugurare la settimana del derby con il Siena una seduta pomeridiana a La Nave con uno spettatore d’eccezione.

Un gradito ritorno. Luca Tremolada ha approfittato del giorno libero che la Virtus Entella ha concesso ai giocatori della prima squadra per fare tappa in Toscana. Ad accoglierlo al centro sportivo Arretium il direttore dell’area tecnica Roberto Gemmi, il dg Andrea Riccioli e Mario Agnelli con il quale il fantasista si è intrattenuto dopo aver salutato i (pochi) compagni rimasti della passata stagione oltre a Nanni e Sandro, i magazzinieri della società amaranto.



Sul campo mister Sottili ha salutato il ritorno in squadra di Muscat, tornato dalla convocazione nella nazionale di Malta, e quelli di Eugenio D’Ursi e Giuseppe De Feudis. Quest’ultimo ha ripreso il lavoro con il gruppo e sarà seguito nel corso della settimana dallo staff tecnico e medico dopo l’infortunio patito all’adduttore sette giorni fa.

Merchandising, al via la vendita. Sarà Di.Di. Gioielli ad ospitare il punto vendita del merchandising amaranto in città. Il negozio nella centralissima Via Verdi venerdì alle 17,30 lancerà la vendita non solo dei nuovi gadget dalle grafiche completamente rinnovate ma anche le divise (maglia, pantaloncini e calzettoni) del cavallino. I tifosi non solo potranno acquistare le tre maglie, le divise dei portieri, ma anche le tute, borse, zaini, polo e molti altri prodotti ancora del merchandising ufficiale dell’US Arezzo prodotto da Macron e con il logo del cavallino rampante.

Articoli correlati:
Tanti: “Trattativa in corso per Caselle e Pratantico” VIDEO

Twitter @MatteoMarzotti

blog comments powered by Disqus