Il Comune di Laterina Pergine: "Nessun degrado al cimitero, presto i rifiuti saranno smaltiti"

Il sindaco di Laterina Pergine Valdarno Simona Neri replica al comunicato di Simone Badii della Lega sul cimitero di Pieve a Presciano

Il sindaco di Laterina Pergine Simona Neri replica alla Lega sul cimitero di Pieve a Presciano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In risposta al comunicato - si legge - nel quale Lega Valdarno rilevava presunte inadempienze da parte del Comune di Laterina Pergine Valdarno relativamente allo smaltimento dei rifiuti provenienti dalle operazioni di estumulazione eseguite nella primavera scorsa, all’interno del cimitero della frazione di Pieve a Presciano, si precisa che tutte le operazioni sono state eseguite nel pieno rispetto delle normative in materia e che non sussiste, né mai è esisito, pericolo e/o rischio sanitario per la popolazione. Nello specifico  il D.P.R. 15 Luglio 2003 n.° 254 all’art. 12 comma 3 dispone che i rifiuti provenienti da esumazioni ed estumulazioni possano essere depositati in apposita area confinata individuata dal Comune all’interno del Cimitero, in attesa di essere smaltiti, racchiusi negli appositi imballaggi a perdere flessibili. Nel caso in questione trattasi di rifiuti quali residui di indumenti e del legno proveniente dalle casse, nonché lo zinco presente all’interno delle casse stesse. Detti rifiuti sono stati opportunamente ridotti di volume, disinfettati con appositi prodotti a base di sali quaternari di ammonio e immessi all’interno di imballaggi flessibili, chiusi e depositati in un angolo del cimitero delimitato dal muro di recinzione e da una adeguata transennatura al fine di impedire ai visitatori di potersi avvicinare a detti contenitori. Nel frattempo il settore manutenzioni ha provveduto ad ottenere la prescritta omologa per detti rifiuti e a conferire alla Società Sei Toscana il servizio di raccolta, trasporto e smaltimento, il tutto da effettuarsi entro la prima decade di giugno. Pertanto le affermazioni di degrado, abbandono e pericolo per l’igiene pubblica sollevate dalla Lega sono da ritenersi eccessive e certamente infondate. Gli uffici comunali hanno provveduto a mantenere attivi, coerentemente con le disposizioni e le prescrizioni di sicurezza contenute nei Dpcm, tutti i servizi di manutenzione ordinaria e si sono impegnati quotidianamente in operazioni di manutenzione straordinaria sopraggiunte in periodo di emergenza sanitaria, prestando sempre la massima attenzione a pulizie e sanificazioni degli spazi fruibili al pubblico, tra i quali gli spazi cimiteriali". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio in lutto, si è spento Giuseppe Rizza

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Ambulante scopre e tenta di fermare un ladro: aggredito a pugni in faccia. Malvivente arrestato

  • Coronavirus in due famiglie dell'Aretino, ordinanza di Rossi: "Trasferimenti negli alberghi sanitari o multe"

  • Coronavirus, in Toscana 19 nuovi contagi in un giorno: 11 appartengono ad un unico cluster

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento